voi siete qui: drive index > the rock and horror encyclopedia > indice delle schede > V > Virgin Steele

Mappa della Rock and Horror Encyclopedia

Introduzione

La bellezza del diavolo, di Gianfranco Manfredi

Teenage Death Songs e altre storie di ordinaria dannazione

Indice alfabetico delle schede dei gruppi e degli artisti presenti nella Rockand Horror Encyclopedia

Discografie

Links

Bibliografia

V

VIRGIN STEELE

Gruppo newyorkese in azione nei primi anni Ottanta. Il loro stile è molto vicino a quello dei Manowar (v. ) e dei Rainbow, e l'album d'esordio, Virgin Steele (1982), lo dimostra ampiamente. Guidati dal chitarrista Jack Starr, che ne è anche il fondatore, e dal cantante David De Feis, i Virgin Steele vivono vicende alterne, indecisi tra un suono più marcatamente commerciale e la durezza di un heavy metal primigenio e vitale. L'abbandono di Starr, dopo l'uscita di Guardians of the Flame (1983), porta il gruppo verso direzioni più sofisticate e raffinate, che culminano con l'incisione di Noble Savage (1985), il loro album più maturo stilisticamente. Nonostante lo scarso successo ottenuto, il quartetto riprende il discorso interrotto tre anni più tardi con Age of Consent, un'opera decisamente inferiore rispetto agli episodi del passato.

Formazione: David De Feis: v, tast / Edward Pursino: ch / Joe O'Reilly: bs / Joey Ayvazian: bt

Discografia: Virgin Steele (Virgin Steele), 1982; Guardians of the Flame (MFN), 1983; Noble Savage (Cobra), 1985; Age of Consent (Maze/ SPV), 1988; Life Among the Ruins ((T&T), 1993; The Marriage of Heaven & Hell Part 1 (T&T), 1995; The Marriage of Heaven & Hell Part 2 (T&T), 1996; Invictus (T&T), 1998
VOIVOD

Gruppo della New Age of Metal. Canadesi, provenienti da Quebec, si formano nel 1982 e prendono il nome da una tribù barbara fanatica della guerra e della violenza, che abitualmente beveva il sangue dei nemici uccisi e impalava i superstiti. Due demotapes, Maple Leaf Mayhem e Morgoth Invasion, danno inizio alla loro carriera, e nel 1983 incidono Condemned to the Gallows, un pezzo destinato al quinto volume della compilation Metal Massacre, edita dalla Metal Blade. Nel 1984 realizzano il primo album, War and Pain, impostato su uno stile thrash/doom. Due anni dopo, abbandonata la Metal Blade, firmano un contratto con la tedesca Noise, per la quale esce Rrroooaaarrr, un disco che componeva con lucidità piccoli frammenti di incubo tecnologico futuribile. Tuttavia la vera svolta avviene con il successivo Killing Technology ( 1987), uno dei lavori speed thrash più innovativi, scandito da un sound più freddo e preciso, quasi spaziale. Per loro viene coniata la definizione di industrial metal, che verrà in seguito estesa ad altri gruppi. Dimension Hatross (1988), con inserti rumoristici, echi punk e reminiscenze classiche richiama la musica di gruppi come King Crimson e Pink Floyd. E il successivo Nothingface (1989) illumina un gruppo dallo stile profondamente schizoide, che si diverte a rifare Astronomy Domine di Syd Barrett. L'ultimo Angel Rat (1991) vede una nuova line up a trc elementi, causata dall'abbandono del bassista Blackie. Al pari dei precedenti Dimension Hatross e Nothingface, è un concept album, fatto di canzoni solidamente strutturate, melodie brillanti e potenti riffs. Twin Dummy parla di un ventriloquo da circo che finisce per parlare solo con il proprio pupazzo, in un atto di simbiosi irreversibile. «Allora eravamo più dark», racconta Denis Belanger ricordando il passato. «Adesso scriviamo storielle per bambini difficili. Siamo sempre un po' oscuri ma c'è una morale della favola e i testi sono ancora visionari, anche se non si basano più sulla fantascienza e sui robot». Tuttavia le storie surreali di Clauds in My House, l'esotica Nuage Fractal, Golem e The Outcast confermano i canadesi come un gruppo coraggioso e tuttora all'avanguardia.

Formazione: Denis Belanger (Snake): v / Denis D'Amour (Piggy): ch / Jean Yves Tariault (Blackie): bs / Michel Langevin (Away): bt

Discografia:War and Pain (Roadrunner), 1984; Rrrooonuarrr (Noise), 1986; Killing Technology (Noise), 1987; Dimension Hatross (Noise), 1988; Nothingface (Mca), 1989; Angel Rat (Mca), 1991; The Outer Limits (MCA), 1993; Negatron (Wide), 1996; Phobos (99 FLOOR), 1997; Kronik (Butterfly), mini Cd con brani live

pagina successiva > W > Wall of Voodoo - precedente > V> Van der Graaf Generator

The Rock and Horror Encyclopedia © Stefano Marzorati 1999/2010 - webmasters: stefano marzorati e grazia paternuosto | drive © stefano marzorati 1999-2010 | a true romance production

Voivod

il sito ufficiale della band canadese