voi siete qui: drive index > cinema > archivio recensioni > Viaggio verso il sole

drivemagazine

cinema recensioni

VIAGGIO VERSO IL SOLE (Journey to the sun), di Yesim Ustaoglu, con Newroz Baz (Mehmet), Nazmi Quirix (Berzan), Mizgin Kapazan (Arzu); sceneggiatura: Yesim Ustaoglu; produzione: Turchia, Germania; distribuzione: Istituto Luce; commento: ***

Viaggio verso il sole, ritorno alle origini della vita. E' questo l'impegno che il turco Mehmet prende per riportare al villaggio natio nel Kurdistan più sperduto le spoglie di Berzan, l'amico curdo ucciso a Istanbul dalla polizia turca.
E' un doveroso tributo nei confronti di colui con il quale ha condiviso passioni e sofferenze in una Turchia devastata dai conflitti razziali, politico-sociali.
Ma il tempo passa e porta via con sé ogni cosa creata dall'uomo. Il ritorno alle origini è un ritorno verso il nulla, perché il villaggio non esiste più, spazzato dalla piena di un fiume.
Forte e struggente, "Viaggio verso il sole" è una storia di amicizia maschile e una denuncia di un profondo conflitto sociale, che si aggiunge a quello religioso tra musulmani e cristiani, sullo sfondo di un'economia emergente che ambisce a entrare nell'Unione Europea.
Al regista
Yesim Ustaoglu (Hotel, La Traccia) va riconosciuto uno stile neorealista asciutto, privo di quelle leziosità che caratterizzano un certo "cinema povero d'esportazione" contemporaneo.
Il film ha vinto un premio al festival di Berlino 1999 e il premio come miglior film e miglior regista al festival di Istanbul 1999.

© Marco Ferrari - per gentile concessione dell'autore

webmasters: stefano marzorati e grazia paternuosto - drive © stefano marzorati 1999-2003 - a true romance production