voi siete qui: drive index > musica > la band del mese: indice> Thin White Rope

OTTOBRE 1999/THIN WHITE ROPE

Alcuni siti presenti nel web dove potrete trovare informazioni (notizie, discografie dettagliate, recensioni, interviste) sui Thin White Rope:

Trouser Press Guide to '90s Rock

DOWN IN THE DESERT...

Come primo appuntamento di questa rubrica riscopriamo una band sfortunata, ma anche una delle più belle realtà del rock Usa di fine anni '80. I Thin White Rope, di Davis, California, hanno lasciato una manciata di album di rara bellezza e il ricordo di un gruppo di "uomini onesti del rock" il cui unico scopo era suonare e divertirsi. Inquadrati dalla critica, fin dal loro primo apparire sulla scena, come una delle band del filone roots influenced rock (assieme a gruppi come i Green On Red o i True West), Guy Kyser e soci hanno ben presto imposto un sound del tutto personale, sospeso tra psichedelia, country, rock'n'roll e sperimentazione, con il feedback delle chitarre a creare atmosfere ai margini della coscienza e stati alterati di consapevolezza sonora.

Ripresa la lezione di maestri come i Television, in quanto a essenzialitą delle trame sonore, i Thin White Rope non disdegnano omaggi al passato, come quando rifanno "Roadrunner" e altri classici come "Town Without Pity" di Gene Pitney, "They're Hangin' Me Tonight" di Marty Robbins, lo strumentale "Man with the Golden Gun" o addirittura ai corrieri cosmici "made in Germany", come quando reinterpretano "Yoo Doo Right" dei Can. Il doppio live The One That Got Away, oltre ad essere una sorta di "greatest hits" della band, testimonia in modo esemplare la loro attitudine sul palco e rappresenta un piu' che degno commiato dal pubblico che li ha seguiti fedelmente per tanto tempo.
DISCOGRAFIA

Exploring the Axis (Frontier), 1985

Moonhead (Frontier), 1987

Bottom Feeders (UK Zippo), ep, 1987

In The Spanish Cave (Frontier), 1988

Red Sun (UK Demon), ep, 1988

Sack Full of Silver (Frontier/RCA), 1990

Squatter's Rights (UK Frontier/Real Time), 1991

The Ruby Sea (Frontier), 1991

When Worlds Collide

The One That Got Away (Frontier), live
webmasters: stefano marzorati e grazia paternuosto - drive copyright stefano marzorati 1999-2003 - a true romance production