voi siete qui: drive index > musica > bloc notes indice > quarantuno

la sezione interviste di bloc notes: One Dimensional Man e dei Devics

 

TODD RUNDGREN - DEMOS AND LOST ALBUMS - 136'27" (Crown)
Un'altra scintilla dalla magica bacchetta di Todd Rundgren. Che sia uno dei più grandi artisti mondiali, é ormai cosa nota. Che sia uno dei produttori più richiesti e che sotto la sua direzione siano stati pubblicati più di 80 albums per altri artisti, pochi lo sanno; che sia stato il primo musicista a pubblicare un cd interattivo, é una realtà. Che non abbia mai raggiunto la grande popolarità é un dato di fatto.
A sorpresa, dopo venticinque anni, viene pubblicato questo doppio cd che raccoglie due albums incisi nel periodo Bearsville e mai pubblicati perchè ritenuti entrambi troppo poco commerciali.

1976. Dopo la pubblicazione di Faithful, un amico per scherzo suggerisce al leader di Utopia di incidere un ellepi, (allora si chiamavano così) di disco-music...Todd sorrise e nel giro di tre giorni insieme agli Utopia incise Disco-Jets. Un tuffo nella space -disco dell'epoca. Ma Todd Rundgren non poteva incidere un semplice album di space -disco commerciale . E certamente ci sono echi di Sheila B.Devotion, Meco Monardo, Cerrone, anche se Todd pareva avvicinarsi di più a formazioni come Freur e Sumeria.., l'ala più sperimentale della disco-dance. Un altro aspetto della mutevole e complessa arte di Todd Rundgren. Due facce diverse della stessa medaglia. Idem per Froggy went a pumpkin, vero manifesto punk elettronico, uno dei dischi più incazzati incisi da Todd . Il disco in origine era stato registrato insieme al tastierista francese M. Frog Labat, già presente nella prima formazione di Utopia...Non c'é nulla di commerciale in questo disco; sono "solo" canzoni subacquee e corrosive da "dopo-bomba" del rock, sostenute da robuste sezioni ritmiche ossessionate da funambolici gorghi di sintetizzatore. Assoluta libertà anarchica: spariscono i cori, le dolci melodie e tutto é così smaccatamente freddo e fastidioso. 96 Tears qui in studio. Qualche anno più tardi dal vivo in Somewhere/anywhere?...
Non é una novità che Todd cambi cosi' di frequente il suo registro ma, per un neofita, questo lavoro potrebbe essere stato inciso benissimo da due persone diverse. Todd Rundgren, il Dr. Jekyll/ Mr.Hyde del rock...
E poi c'é ancora un album pieno di demos fra cui la splendida Attitude, incisa per la colonna sonora di Fast times At Ridgemont High di Cameron Crowe, ma mai inserita...(si sa... Cameron Crowe é un grande fan di Runt, prova ne é l'inserimento di Todd nel recente Almost Famous, e nel precedente Singles...)
Come fare ad analizzare trentanove canzoni e farne un resoconto a voi??? Meglio ascoltare direttamente.
E' assolutamente splendido, poi, percepire il sottile filo d'ironia che attraversa tutte le composizioni di Todd..
Cosmic Convoy é il pezzo più grande di tutto l'album: space disco con sintetizzatori furiosi, voce da Paperino che duetta in un asteroide, e riff antesignani della chitarrina di Nile Rodgers degli Chic. Tra l'altro uno dei più interessanti riff di chitarra di Todd si trova in VHF. Rilegge Rick Derringer, l'inno nazionale americano e Star Trek, Doors, Mark & The Mysterians e se stesso superandosi, creando arte e divertendo.
Dimostrazione di essere artista e uomo comune perduto in un orizzonte lontano dagli echi dei giornali, della Tv, dei mass-media. Impegnato nella ricerca e nel percorso coerente della propria strada.

webmasters: stefano marzorati e grazia paternuosto - drive © stefano marzorati 1999-2003- a True Romance Production