+introduzione
   + la bellezza del diavolo
   + teenage death songs

   + articoli
   + discografie
   + bibliografie
   +
links




   +
Testament: The Murky Waters

 
 
  + The Gothic Milieu



   +
Thought Industry: recensioni



 
Voi siete qui:drive index > R&H encyclopedia > indice delle schede >T > Tad - Thought Industry
T

TAD
Come molti altri gruppi della sovversiva etichetta Sub Pop, i Tad fanno parte di una generazione cresciuta con lo splatter e il new horror. Capitanato dal mastodontico Tad Doyle, il gruppo sviscera un hard rock moderno e creativo che mescola insieme Black Sabbath, Black Flag e Big Black. Le trame delle chitarre, spesso ai confini con il rumorismo, caratterizzano episodi trasgressivi e irriverenti come 3-D Witch Hunt e Plague Years. E il video di Wood Goblins, presente nella compilation Sub Pop Video Network Program (Sub Pop/Atlantic), combina giri di basso pulsante a immagini di boscaioli psicopatici, creando una atmosfera di disagio e di inquietudine che renderebbe orgoglioso persino Tobe Hooper, il regista di Non aprite quella porta.

TERRORIZER
Fondati nel 1989 da David Vincent (ex Morbid Angel) i Terrorizer incidono in quello stesso anno World Down Fall. Un album che la critica giudica come una pietra miliare del suono grindcore. Tear of Napalm, Dead Shall Rise, Human Prey e Ripped to Shreds manifestano un'attitudine distruttiva notevole e un certo impegno nei testi, che parlano di esistenzialismo, povertà, voracità delle multinazionali e guerra nucleare.

Formazione: Oscar Garcia: v / Jesse Pintado: ch / David Vincent: bs / Pete Sandoval: bt
Discografia:World Down Fall (Earache), 1989


TESTAMENT
Tra i più valorosi esponenti dello stile thrash della Bay Area diSan Francisco, i Testament sono legati alla scuola dei Metallica. Formati nel 1983 dal chitarrista Alex Skolnick, debuttano con l'album The Legacy soltanto quattro anni dopo, imponendo uno stile intenso e furioso, fatto di velocissimi riffs chitarristici e di trame ritmiche elaborate. Con il secondo lp in studio, The New Order (1988), avviano un processo di sofisticazione sempre maggiore che, pur mantenendo un potente senso di durezza metallica, tende a introdurre una maggiore sensibilità melodica. Questa evoluzione li segue attraverso le sueeessive tappe, Practice What You Preach (1989) e Souls of Black per arrivare alla sintesi operata nell'ultimo The Ritual (1992j, che mostra tempi più rallentati, cupe melodie doom e atmosfere rarefatte. So Many Lies è un attacco ai predicatori tv, mentre Electric Crown descrive i pensieri di un condannato a morte alla sedia elettrica.

Formazione:Chuck Billy: v / Alex Skoloick: ch / Eric Peterson: ch / Greg Christian: bs / Louie Clement: bt
Discografia:The Legacy (Megaforce), 1987; Live at the Eindhoven (Megaforce), 1988, mini lp live; The New Order (Megaforce), 1988; Practice What You Preach (Megaforce), 1989; Souls of Black (Megaforce), 1990 - The Ritual (Atlantic), 1992; Low (Atlantic), 1994; Demonic (SPV), 1997; The Gathering (USG), 1999


THANATOS
Formazione olandese. Nati come cloni degli Hellhammer, i Thanatos si addentrano con l'album Emerging from Nether Worlds (1990) in territori ispirati dal black metal e influenzati dal sound dei primi Slayer.

Formazione:
Stephan Gebedy: v, ch / Erwin De Brouwer: ch / Ed Boeser: bs / Remo Van Arnhem: bt
Discografia:Emerging from Nether Worlds (Shark), 1990

THERAPY?

Trio di Belfast. Nati nel 1989 i Therapy? sono presto messi sotto contratto dalla Wiija, un'etichetta che opera nel campo della sperimentazione di suoni post industriali. L'acid punk del gruppo, che prende spunto da influenze thrash, rumoriste e hardcore, li colloca accanto a Prong, Primus, Ministry e Big Black. E percorre gli ep Pleasure Death (1991) e Baby Teeth (1992), scheletri vinilici dove emergono gli incubi di Skinning Pit e Fantasy Bag. L'album Nurse (1992), con l'immagine in primo piano di un occhio inquieto sulla cover, dispiega un potente approccio sonoro in pezzi come Nausea, Teethgrinder, Disgracelands e Perversonality, episodi di musicalità aggressiva e distorta.

Discografia:Baby Teeth (Wiija), 1991, ep; Pleasure Dealh (Wiija), 1992, mini lp; Nurse (A&M), 1992

THERION
Death metal scandinavo con velleità progressive. I testi non sono affatto guidati dalla solita ispirazione satanica ma affron tano tematiche sociali in nome di un presunto impegno deologico della band. Evoluti e ultraveloci i Therion, secondi soltanto ai connazionali Entombed per popolarità, si rvelano maestri nel produrre canzoni dal fascino morboso e gotico come Cthulhu e Symphony of the Dead, caratterizzate da tastiere e voci celestiali di donna.

Formazione: Christopher Johnsson: v, ch / Magnus Barthelson: ch / Andrea Wahl:
bs / Oskar Fors: bt
Discografia:Beyond Sanctorium (MNF), 1992


THOUGHT INDUSTRY
Gruppo del Michigan scoperto da Jason Newsted dei Metallica. La biografia del gruppo recita così: "Se Salvador Dalì avesse suonato musica, sarebbe assomigliata a quella dei Thought Industry". In effetti il richiamo al nome del grande maestro del surrealismo non si ferma qui: uno dei suoi più famosi dipinti viene infatti riprodotto sulla copertina dell'album d'esordio della formazione, Songs for Insects (1992), prodotto dal geniale Dave Ogilvie (Ministry, Skynny Puppy). La band sfida l'ascoltatore a seguire il suo programma fatto di frammenti legati alle piť diverse esperienze: dall'hardcore al thrash, dal progressive al jazz. Come ha scritto qualcuno: "Rush, King Crimson, Helloween, Bathory, Ministry, Elo, Emerson Lake and Palmer sono tutti qui presenti come fantasmi". Accanto alla musica sono i testi il punto di forza del gruppo: canzoni sugli insetti, sulla lussuria, con citazioni colte di opere di Lord Byron, Philip Sidney, William Shakespeare e altri autori. Un microcosmo che probabilmente piacerebbe molto a Clive Barker.
Discografia:Songs for Insects (Metal Blade), 1992
pagina successiva > T> Tiamat -precedente > S> Sorrow

The Rock and Horror Encyclopedia © Stefano Marzorati 1999/2010 - webmasters: stefano marzorati e grazia paternuosto | drive © stefano marzorati 1999-2010 | a true romance production