spacer

spacer


spacer







spacer

 

spacer

spacer

Six North "I'm Here In My Heart"
(Musea Records-2000)


Nonostante siano ormai trascorsi già tre anni dalla pubblicazione di questo disco d'esordio dei Six North, mi sembra davvero il caso di dare un opportunità ai nostri fedeli lettori per scoprire questo interessantissimo ensemble jazz-rock proveniente dal Giappone. Guidati dal bassista e compositore Hideyuki Shima, il progetto Six North è costituito da otto eccellenti musicisti provenienti dalle più differenti esperienze musicali ma uniti da un comune background culturale di derivazione jazzistica. Nonostante un impianto musicale di chiara derivazione jazz gli otto brani presenti in questo cd offrono spunti ed intuizioni di una certa originalità che avvicinano in maniera significativa i 6-North verso un suono sottilmente ibrido ed intrigante caratterizzato sia da intense e morbide sfumature canterburiane alla National Health che da echi provenienti dal mondo cremisi di Robert Fripp. Mettendo da parte qualsiasi lecito paragone (i 6-North non hanno nessun problema a non celare le proprie fonti di ispirazione) I'm Here In My Hearth affascina per le sue atmosfere astratte e oniriche rese al meglio nelle parti cantate dalla voce di Chizuko Ura, cantante dalle grandi capacità interpretative dotata di un estensione vocale notevole, e da una sensibilità musicale del tutto particolare inquadrabile fra il jazz storico ed un minimalismo melodico ed introspettivo, talvolta quasi ambientale, dei tastieristi Eisuke Kato e Yumiko Murakami (recentemente sostituita da Kunihiro Kameda). Ovviamente la chitarra elettrica come in ogni disco jazz-rock che si rispetti assume un ruolo determinante per la riuscita della musica: Shinju Odajima e Takumi Seino sono chitarristi dotati di un proprio ben definito stile ed entrambi annoverano importanti riconoscimenti come il premio award per il miglior chitarrista conquistato da Seino durante la ventitreesima edizione del festival jazz di Atlanta nel 1996 oppure, come nel caso di Odajima, importanti collaborazioni con artisti internazionali del calibro di Mike Clark, Steve Smith e Bruce Foreman.


© 2003 Giovanni Carta - per gentile concessione dell'autore


sezione musica | archivio recensioni | drive index
Drive magazine ©1999-2009. Contatta la redazione di drive magazine.