intervista a Mark Waid


voi siete qui: drive index | fumetti | archivio recensioni | Ruse, espedienti e indagini nell'era vittoriana

RUSE, ESPEDIENTI E INDAGINI NELL'ERA VITTORIANA

Finora la Crossgen Comics ci aveva abituato a tutta una serie di storie che offrono variazioni sul tema del fantasy, con qualche escursione nella fantascienza, tutte legate da un elemento comune costituito dal marchio (lo stesso della casa editrice) che di solito tocca al protagonista conferendogli capacità particolari. Mark Waid, invece, ci porta in piena epoca vittoriana e per ora ci presenta una storia con cui cambia un po’ di carte in tavola.
Certo, si capisce subito che l’elemento fantastico non manca anche in questa storia di intelletti alla Sherlock Holmes, e che assume e assumerà presto valenza di notevole peso.
Ma è la verve e l’arguzia con cui lo scrittore gioca con i clichè classici delle storie investigative di stampo vittoriano e con gli elementi tipo della linea Crossgen che colpiscono subito. E le sorprese di cui si coglie qualche odore fra le righe promettono parecchie piacevoli sorprese a venire. Mark Waid gioca divertendosi con tutti gli elementi a disposizione che, da quello che si può intuire nelle storie d’esordio, anche questa volta il marchio con il suo dualismo non manca all’appello, ma appare in una forma assolutamente inusuale..
Il risultato fa di questo Ruse la proposta più intrigante ed interessante finora sfornata dalla casa editrice di Mark Alessi.
In Italia, come il resto del materiale Crossgen, Ruse è pubblicato da Lexy Produzioni, in un volume monografico quadrimestrale in un edizione davvero discreta.

© 2002 Paolo Ferrara - per gentile concessione dell'autore

  drive index | fumetti | archivio speciali
Copyright 1999-2004 Stefano Marzorati | a True Romance Production