CienaCinema/archivio recensioni  


voi siete qui:
drive index | cinema | archivio recensioni | La crisi

LA CRISI! (La Crise!) Coline Serreau Vincent Lindon, Patrick Timsit FR, 1992 Ist. Luce-Italnoleggio (4-3-93)

Divertente e spesso graffiante, La crisi! di Coline Serreau (Tre uomini e una culla, Romuald e Juliette) è una satira dell'uomo metropolitano che, preso da una vita sempre più frenetica, ha ormai perso la sua essenza originale, il contatto con la natura e l'espressione dei sentimenti.
La sceneggiatura è ricca di battute ed ha un ritmo serrato, soprattutto nel primo tempo, mentre nel finale si ha la sensazione che la regista francese giunga alla conclusione un p™ affrettatamente.
Vincent Lindon, con quell'espressione volutamente apatica, è molto simpatico nel ruolo di un avvocato di successo che si vede crollare il mondo addosso da un giorno all'altro, come pure si apprezza Patrick Timsit nella parte di Michou - un barbone che accompagna l'avvocato nel suo peregrinare in cerca di conforto - anche se in alcune occasioni le sue battute risultano ripetitive e insistite.
Da ricordare: 1) la scena in cui la madre del protagonista annuncia alla famiglia la sua intenzione di andarsene con un uomo di dieci anni più giovane di lei; 2) la scena in cui, a casa della sorella di Vincent Lindon, la quale ospita per la notte il proprio fratello insieme a Michou, arriva inaspettatamente e a tarda ora il fidanzato di lei.

 

 

© Marco Ferrari - per gentile concessione dell'autore


drive index | cinema | archivio recensioni
Copyright 1999-2009 Stefano Marzorati | a True Romance Production
scrivete a
drive