voi siete qui: drive index > the rock and horror encyclopedia > indice delle schede > M > Mortal Sin
 

Mappa della Rock and Horror Encyclopedia

Introduzione

La bellezza del diavolo, di Gianfranco Manfredi

Teenage Death Songs e altre storie di ordinaria dannazione

Indice alfabetico delle schede dei gruppi e degli artisti presenti nella Rock and Horror Encyclopedia

Discografie

Links

Bibliografia



M

MORTAL SIN

Australiani. Possessori di uno stile che rimasto immutato col passare degli anni, ovvero un sound alla Metallica (v.) dei primi tempi mescolato a quello dei Testament (v.), i Mortal Sin hanno realizzato tra il 1987 e il 1989 due album di thrash ritualistico, I'autoprodotto Mayhemic Destruction e Face of Despair che ottennero un buon successo sul mercato europeo. Sono tornati recentemente alla ribalta con Every Dog Has It's Day (1992), che contiene brani come Access Denied, Side Effect, They See No Evil, From the Gutter to the Grave e Black Out. Episodi che alla luce delle moderne tendenze del genere risultano purtroppo datati.

Formazione: Mat Maurer: v / Paul Carwara: ch / Mick Burke: ch / Andy Eftichio: bs / Steve Hughes: bt

Discografia: Mayhemic Destruction (Vertigo), 1987; Face of Despair (Vertigo), 1989; Every Dog Has It's Day (MFN), l992
MORTICIA

Una cantante guida questo quartetto di Minneapolis tuttora agli esordi. Dediti al death metal, i Morticia non seguono per la linea di formazioni come gli Obituary (v.), tanto per intenderci. Basta ascoltare, infatti, Let's Make Love in the Mausoleum per capire i loro veri intenti.


MORTIFICATION

"Puri come il paradiso, veloci come l'inferno...", cosi recitano le note di presentazione di questo terzetto australiano, autore di un solido death/thrash metal. A differenza della linea corrente seguita da molti altri gruppi di death, il terzetto opta per una soluzione vicina a quella gi adottata dai Creation of Death (v.). Sono dunque pi positivi nei testi. Il disco di debutto, Mortification (1991), propone brani come Bathed in Blood, Satan's Doom, No Return e Break the Curse, sovrastati da una voce ultrabrutale. Anche se il gruppo si propone il nobile scopo di diffondere la parola del Signore, I'impatto dei Mortification resta quello di una gang di strada armata di mazze e motoseghe. Il loro secondo album, Scrolls of the Megilloth (1992), li vede proseguire la loro crociata, senza particolari impennate di genio.

Formazione: Steve Rowe: v, bs / Michael Carlisle: ch / Jayson Sherlock: bt

Discografia: Mortification (Intense Records), 1991; Scrolls of the Megilloth (Nuclear Blast), 1992
MORTUARY

Messicani, sostenitori del death metal pi estremo. Dopo un ep d'esordio, pubblicano il loro primo album, Blackened Images (1992), con una copertina particolarmente efferata in cui due demoni sono intenti a divorare le interiora di un Cristo agonizzante, strappato dalla croce. Molti censori saranno felici...

Discografia: Blackened Images (Turbo), l992
MUMMIES, THE

Band di garage punk statunitense i cui componenti amano esibirsi avvolti in bende degne di un faraone egizio. Un suono grezzo, selvaggio e cattivo. Totalmente tecnofobi, incidono solo su vinile, rifiutando la formula del cd.Discografia. Play Their Own Records (Estrus), 1992
MY DYING BRIDE

I britannici My Dying Bride sono esponenti, insieme ai connazionali Paradise Lost (v.), di quello che stato definito come "death metal sinfonico". Inseriscono, dunque, nelle loro trame musicali la presenza di strumenti classici come clavicembali, violini, campane ed echi di dark sound. L'album del debutto, As the Flower Whiters (1992), parte da radici death e doom, ma il gruppo trascende entrambi i generi. La spina dorsale del loro sound un solido e solenne ritmo funebre, che ricorda i vecchi film della Hammer. Testi ben scritti e ben curati, cantati da una voce rauca e tombale, provvedono ad integrare queste atmosfere. La cover stata realizzata, come nel caso dell'ultimo lp dei Paradise Lost, dal disegnatore inglese Dave McKean. Sulla base di queste eccellenti premesse, il gruppo sembra determinato a proseguire quella strada gotico/sinfonica che invece i Paradise Lost hanno recentemente abbandona to per rivolgersi verso altri lidi.

Formazione: Aaron Stainthorpe: v / Andrew Craighan: ch / Ade Jackson: bs / Calvin Robertshaw: ch / Rick Miah: bt / Martin Powell: viol, tast

Discografia: Symphonaire Infernus et Sphera Empirium (Peaceville), 1992, mini lp; As the Flower Whiters (Peaceville), 1992; The Angel and the Dark River (Peaceville), 1993; Like Gods of the Sun (Peaceville), 1996; 34.788%...Complete (Peaceville), 1998

pagina successiva > N > Naked City - precedente > M > Monster Magnet

The Rock and Horror Encyclopedia © Stefano Marzorati 1999/2010 - webmasters: stefano marzorati e grazia paternuosto | drive © stefano marzorati 1999-2010 | a true romance production