novità editoriali: Meridiano Zero

Il sito ufficiale di Meridiano Zero

scopri altri libri del catalogo di Meridiano Zero

 
voi siete qui: drive index | libri | novità editoriali | Meridiano Zero


IL PAESE DELLA MENZOGNA di Christopher Brookmyre. Collana Meridianonero. Traduzione di Vittorio Curtoni
Lire 28.000 - Euro 14,46. Nelle librerie da settembre 2001.
Quando Roland Voss, guru miliardario del mondo della comunicazione, nonché proprietario del principale tabloid britannico legato al partito conservatore, viene assassinato assieme alla moglie e a due guardie del corpo nella sua favolosa villa, polizia e media sembrano individuare senza esitazioni i colpevoli: quattro disoccupati senza arte né parte, con precedenti per qualche furto di poco conto. Quattro figure dall’aria più comica che pericolosa, ma sulle cui tracce si scatena un’imponente caccia all’uomo, con mobilitazione di decine di corpi speciali e sotto l’occhio perenne di tutti i media del paese.
Ma Parlabane, il combattivo giornalista già protagonista di Un mattino da cani, non ci crede. Caparbio e sospettoso come sempre, sente puzza di bruciato. Tutto il caso potrebbe essere un’enorme montatura, architettata ad arte da alte sfere della politica e della finanza, per coprire un certo affare di cui si deve perdere ogni traccia...
Dominato da una sotterranea corrente di comicità pronta a esplodere a ogni capitolo, e da una carica incontenibile di impietosa satira politica, Il paese della menzogna riconferma Brookmyre quale uno degli autori più interessanti e corrosivi della scena letteraria britannica.

Christopher Brookmyre
Christopher Brookmyre è nato a Glasgow nel 1968, e ha lavorato come giornalista a Londra, Los Angeles ed Edimburgo. Sebbene dica di non sentirsi parte della nuova ondata di scrittori scozzesi (fino alla pubblicazione di Un mattino da cani non aveva letto né Trainspotting, né altri libri di Irvine Welsh o dei giovani scrittori scozzesi), vi si inserisce a pieno titolo per l'energia e la vena irriverente delle sue storie.

HARJUNPAA E IL FIGLIO DEL POLIZIOTTO di Matti Yrjänä Joensuu. Collana Meridianonero. Traduzione di Cristina Barezzani, Lire 23.000 - Euro 11,88. Nelle librerie da settembre 2001

Mikael è piccolo, ma una rabbia senza nome ha eroso la sua infanzia. Leo nasconde gli occhi grazie a un cappello da becchino, e il corpo ossuto in un giubbotto di cuoio. Una scialba nottata alcolica, un centro commerciale, anonimo e scintillante, Leo e Mikael scivolano, quasi distratti, sulla via dell’omicidio. Legati ormai da un destino odioso non possono che precipitare in una fuga estenuante, nell’indifferenza di una città, Helsinki, stolida e glaciale.
Sulle tracce dei fuggitivi, Timo Harjunpää, ispettore disilluso, si troverà a ricostruire non solo l’intima idiozia dei delitti, ma a fotografare impotente lo spreco di ogni ’bambino perduto’.
Arriva dalla Finlandia questo romanzo _ quasi un romanzo di formazione criminale _ capace di uno sguardo intimo e ravvicinato. Joensuu sembra rifiutarsi di indicare vittime e carnefici, affrescando un quadro entro cui i confini morali sono necessariamente incerti, sfumati, come le ombre di un pallido sole di mezzanotte. ur Heading Here>
<Sub-Heading Here>

Matti Yrjänä Joensuu é stato commissario di polizia prima di dedicarsi alla letteratura, affermandosi come uno dei più importanti scrittori finlandesi. Harjunpaa e il figlio del poliziotto è stato tradotto in vari paesi tra cui Francia, Germania, Inghilterra e Stati Uniti.

QUELLI CHE RESTANO di Hugues Pagan. Collana Meridianonero. Lire 23.000 - Euro 11,88. Pubblicazione: ottobre 2001

Un investigatore privato, ex spettore di polizia,a mante del blues e del jazz. Un nome di donna, Velma, che richiama atmosfere decisamente chandleriane. Ancora una volta, dalla penna dell'ex poliziotto Hugues Pagan, scrittorre durissimo e intransigente, autore di punta della letteratura noir francese, viene una storia di ossessione e di disincanto, di tradimento, di ricerca di una verità ambigua e pericolosa...

1974, di David Peace. Collana Meridianonero. Lire 28.000 - Euro 14,46. Pubblicazione: ottobre 2001.

Jeanette Garland, scomparsa a Castleford, nel giugno 1969. Susan Ridyard, scomparsa a Rochdale, nel marzo 1972. Clare Kemplay, scomparsa a Morley, da pochi giorni. Una lista che forse è destinata ad aumentare. Tra i vari casi c'è un legame che non si lascia comprendere...E' l'inverno del 1974, siamo nello Yorkshire. Il giovane Ed Dunford ha appena ottenuto il lavoro che ha sempre sognato: corrispondente di cronaca nera per l'Evening Post. Non sa ancora cje l'occasione della sua vita si rivelerà in realtà una cruda, tremenda stagione all'inferno. I misteriosi casi delle ragazze scomparse si legano presto a nuovi inquietanti casi. Il cadavere di una minorenne viene rinvenuto in un bosco, dopo essere stato sottoposto a una macabra operazione: due ali di cigno cucite alla sua schiena. Opera di un pazzo o rituale di una setta? Nel frattempo un campo di zingari viene dato alle fiamme. E su tutto, l'ombra di un'impensabile corruzione, di una perversa omertà... In 1974 David Peace trasferisce l'intensità e la forza stilistica di un romanzo di James Ellroy alla dimensione di un terrificante viaggio di scoperta, una storia segreta di ossessione sessuale, avidità e sadismo.

David Peace è nato e cresciuto nello Yorkshire occidentale; Attualmente vive a Tokyo con la sua famiglia. 1974 è stato il suo primo romanzo, accolto con grande favore dai giornali anglosassoni.

drive index | libri | novità editoriali
Drive Magazine © Copyright 1999-2004 Stefano Marzorati
scrivete a drive