navigazione
drive home page

cinema

home

recensioni

speciali

anteprime
articoli
eventi

rubriche

prossim@mente
strani oggetti
diario americano
dvd world


categorie

musica

cinema

libri

fumetti

database
libri sul cinema

 

contatti

 

 

drive magazine © Stefano Marzorati 2010

 

IL MAGO DI OZ (THE WIZARD OF OZ, 1939), regia di Victor Fleming; prodotto da Mervyn LeRoy; sceneggiatura di Noel Langley, Florence Ryerson e Edgar Allan Woolf, adattamento di Noel Langley dal ibro di L. Frank Baum: adattamento musicale di Herbert Stothart; Testi: E.Y. Harburg; Musiche: Harold Arlen; Fotografia: Harold Rosson; Effetti speciali di Arnold Gillespie; Costumi di Adrian; Makeup dei personaggi creato da Jack Dawn; Film Editor: Blanche Sewell

SEGUI IL SENTIERO DI MATTONI GIALLO...
di Paolo Ferrara

Tra edizioni scarne e cofanetti ultralussuosi e multidisco delle prime uscite in disco digitale c'è una casa di produzione che si è subito distinta per un ottimo equilibrio tra qualità/prezzo, la Warner. Con le sue confezioni in cartoncino e plastica ci ha regalato edizioni dignitose e abbordabili. Per quanto riguarda gli extra si è trovata un equilibrio oscillante: alcuni dei suoi prodotti contengono poco più che il trailer (anche se, nella maggior parte dei casi ha cercato comunque di inserire almeno un approfondimento testuale con note di produzione e bio/filmografie di attori e registi), altri offrono interessanti gite alla scoperta del film.
Tra questi un vera chicca incredibile è l’edizione de Il Mago di Oz di Victor Fleming, lo splendido musical interpretato da Judy Garland.
Trovo superfluo dilungarmi su questo piccolo capolavoro cinematografico, la perfetta trasfigurazione di una fiaba nel linguaggio cinematografico: difficile che qualcuno non lo abbia visto almeno una volta. Difficile che non si conosca almeno quel tanto che basta per fischiettarlo canzoni come We Off to See The Wizard o Over the Rainbow.
Il film da solo meriterebbe già l'acquisto, anche solo per la possibilità di vederlo con la grande dignità del digitale, non dimenticando che prima di essere riversato sul disco il lungometraggio è stato completamente rimasterizzato digitalmente, ripulendo in maniera impressionante video e audio.
La cosa veramente incredibile sono però i fiumi di materiale extra che ci vengono offerti da un colorato menù iniziale.
Innanzi tutto un lungo special (di circa una mezzora), prodotto nel '90 e condotto da Angela Lansbury che ci porta a scoprire la creazione del film, con numerose interviste (cast e non solo: tra gli altri ad esempio Liza Minelli, figlia della Garland), e diretto da Jack Haley Jr. figlio di Jack Haley, attore che interpreta nel film l'omino di latta.
Un ulteriore menù ci permetterà di sbizzarrirci tra una serie di alternative interessanti.
C'è una galleria di trailer che vanno da quello della prima uscita cinematografica (1939) via via verso le varie riedizioni. Solitamente il trailer è un extra piuttosto obsoleto: una volta che ho acquistato un film, che necessità ho di vedermene delle anticipazioni? La vera differenza vale in questi casi in cui il trailer ha una valenza quasi di documento storico.
E parlando di storia ecco un'altra galleria che ci offre la possibilità di gustarci alcuni spezzoni delle precedenti trasposizioni cinematografiche dei personaggi di Frank L. Baum: il film muto del 1914, il film muto del 1925 (con un inedito Oliver Hardy che interpreta l'omino di latta!) e il cartone animato del 1933.
Un altro menù ci parla de Il Futuro di Oz con interviste a Margaret Hamilton, Roy Bolger (lo spaventapasseri) e Jack Haley (l'uomo di latta) e una serie di filmati e fotografie che ci mostrano la prima a New York e a Hollywood, la cerimonia degli Oscar del 1939 (con un presentatore d'eccezione come Mikey Rooney) e le locandine provenienti da tutto il mondo.
Impressionante il menù definito come Dietro le quinte dove troviamo fotografie varie (pre e post produzione), provini, prove di costumi, schizzi e storyboard, sequenze di effetti speciali, spezzoni di filmati. Qui rimarrete incollati per delle ore.
Infine due chicche incredibili: il primo riguarda le scene inedite/escluse. Versioni estese dell'incontro con lo spaventapasseri (che si lancia in incredibili coreografie di ballo), o alternative come quella dell'incontro con l'omino di latta e scene non girate dal vivo ma solo in audio di cui potremo seguire lo storyboard animato.
Particolare non trascurabile: tutti gli extra prevedono sottotitoli italiani
E per concludere un supplemento audio con una serie di registrazioni delle varie canzoni del musical con prove e altro.
Un viaggio affascinante tanto quanto il film stesso per scoprire segreti, gossip ma anche la meraviglia della nascita di un film che a tutti gli effetti è un pezzo di storia del cinema.
Forse finora il dvd con il miglior rapporto qualità/quantità/prezzo in assoluto.
Certo, non possiamo aspettarci che siano tutti così, realizzati con tale passione (perché è evidente che nella realizzazione di questo disco al semplice lavoro si è aggiunta una discreta passione dei realizzatori stessi), ma sicuramente ci troviamo davanti ad un elevato metodo di paragone. Se dovessi dare un voto (ed è cosa che non amo fare) sicuramente Il Mago di Oz prodotto da Warner Bros per il mercato italiano riceverebbe il massimo consentito.

© 2002 Paolo Ferrara - per gentile concessione dell'autore