musica >> Enzo Jannacci Story/2




il sito ufficiale dell'artista

intervista a Jannacci

una recensione dell'album "Come gli aeroplani"

 

 


voi siete qui: drive index | musica | archivio speciali | Enzo Jannacci Story/1 | Vita e opere/2

ENZO JANNACCI STORY/parte seconda a cura di Loris Cantarelli

dicembre 1964
la Jolly pubblica l’album “La Milano di Enzo Jannacci”, nel 1971 ristampato dalla Joker. Contiene “El portava i scarp del tennis”, “Quella cosa in Lombardia”, “Andava a Rogoredo”, “M’hann ciamàa”, “Ti te sè no”, “Prendeva il treno”, “T’ho compràa i calzett de seda”, “E l’era tardi”, “La luna è una lampadina”, “Senza de ti”, “Per un basin”, “Ma mi“
30 aprile 1965
la Jolly pubblica il 45 giri di Enzo “Sfiorisci bel fiore” / “Non è vero”. Il primo brano verrà negli anni reinterpretato da Gigliola Cinquetti, Pier Angelo Bertoli, Mina e Francesco De Gregori
17 maggio 1965
la Jolly pubblica il 45 giri di Enzo “Veronica” / “Soldato Nencini“
1966
esce il 45 giri di Cochi & Renato “Ho soffritto per te” / “Ha me mi piace il mare“
9 febbraio 1966
la Jolly pubblica il 45 giri di Enzo “Per un basin” / “Ninna nanna per un bambino”
6 maggio 1966
la Jolly pubblica il 45 giri di Enzo “Faceva il palo” / “E savè”
7 giugno 1966
la Jolly pubblica il 45 giri di Enzo “L’appassionata” / “Ho soffrito”
16 luglio 1966
la Jolly pubblica l’album di Enzo “Sei minuti all’alba”, nel 1971 ristampato dalla Joker. Contiene “Sei minuti all’alba”, “Soldato Nencini”, “E io ho visto un uomo”, “La balilla”, “Faceva il palo”, “Dona che te durmivet”, “Cosa portavi bella ragazza”, “Chissà se è vero”, “L’appassionata”, “E savè”, “L’è tri dì”, “Ho soffrito”. La produzione è di Nanni Ricordi, gli arrangiamenti quasi tutti di Enzo
1966
negli spot di “Carosello” debutta lo sketch di Enzo “Papalla”, che dura fino al 1971
1967
Enzo si laurea in medicina all’Università degli Studi di Milano, specializzandosi in chirurgia generale ed esercitando la professione fino a oggi
1967
Enzo esegue in TV “Il gruista” (con un amico) e partecipa al film di Giorgio Bianchi "Quando dico che ti amo”, con Tony Renis che interpreta un donnaiolo
23 novembre 1967
Enzo si sposa con Giuliana Orefice
4 febbraio 1968
inizia in TV “Quelli della domenica”, con Cochi & Renato, Lino Toffolo, Felice Andreasi, Bruno Lauzi e altri comici del Derby Club (Enzo compreso)... che non a caso chiude i battenti proprio in quel periodo
1968
la ARC pubblica il 45 giri di Enzo “Vengo anch’io. No, tu no” / “Giovanni, telegrafista”. A ridosso dei movimenti del Sessantotto, il singolo ha un successo strepitoso, raggiungendo il primo posto dell’hit parade condotta da Lelio Luttazzi
1968
la RCA / Victor pubblica in Spagna il 45 giri di Enzo “Voy con tigo?” / “Joven telegrafista”
1968
la ARC pubblica il 45 giri di Enzo “Ho visto un re” / “Bobo Merenda”
1968
la ARC pubblica l’album di Enzo “Vengo anch’io. No, tu no”, nel 1974 ristampato dalla RCA con il titolo “Enzo Jannacci”, alcune modifiche nella successione dei brani e una canzone in più (“Il metrò”, dall’album seguente “La mia gente”). Contiene “Ho visto un re”, “La ballata del pittore”, “Vengo anch’io. No, tu no”, “Giovanni, telegrafista”, “Pedro, Pedreiro”, “La mia morosa la va alla fonte” (da una melodia del XV secolo), “La sera che partì mio padre”, “Domenica 24 marzo”, “La disperazione della pietà”, “Hai pensato mai (Gastu mai pensa’)”, “Non finirà mai”. La produzione è di Nanni Ricordi, gli arrangiamenti di Bacalov. In “Domenica 24 marzo” cantano i Cantori Moderni di Alessandroni
1968-69
Enzo partecipa al programma TV “Canzonissima”, cantando con l’intero cast la sigla “Zum zum zum” e arrivando in finale. Vorrebbe portare “Ho visto un re” per scontrarsi con Gianni Morandi, ma ripiega su “Gli zingari” perché la RAI si oppone. La delusione è così cocente che Enzo va a studiare medicina in USA per quattro anni
1969
la ARC pubblica il 45 giri di Enzo “Il terzino d’Olanda” / “Gli zingari”
1969
la RCA pubblica l’album dal vivo (registrato al Derby) “Una serata con Cochi e Renato”, prodotto da Enzo e ristampato dopo qualche anno con un brano in più, “Ufficio facce”. Contiene “Il portafoglio”, “A me mi piace il mare” (eseguita con il complesso I dollari), “Il corvo e la volpe” (dalla favola di Esopo), “È l’amore” (eseguita con I dollari), “La lettera”, “La domenica” (eseguita con Enzo e la sua orchestra), “Un pezzo di pane” (eseguita con Nando De Luca e la sua orchestra), “I libretti”, “Povero ragazzo” (eseguita con I dollari), “La scuola”, “La gallina” (eseguita con Enzo e il suo complesso)
1969
la Stella pubblica l’album antologico (accreditato a diversi interpreti) “Il cabaret” (“personaggi e canzoni del teatro cabaret di oggi”), poi ristampato dalla Joker, con “Ho soffrito per te” e “A me mi piace il mare”, più altri brani interpretati dallo stesso Enzo
aprile 1970
la RCA pubblica il 45 giri di Enzo “Mexico e nuvole” / “Pensare che...”
1970
la ARC pubblica per la RCA l’album di Enzo “La mia gente”. Contiene “Maria me porten via”, “Il dritto”, “E la marcia va”, “Il Duomo di Milano”, “Il metrò”, “70 persone”, “Pensare che...”, “La mia gente”, “El carrete”, “Gli zingari”, “Il piantatore di pellame”, “Mexico e nuvole”. Arrangiamenti di Bacalov, tranne “Gli zingari” (arrangiata da Enzo), “Mexico e nuvole” e “Pensare che...” (arrangiate da De Luca)
20 giugno 1970
Enzo partecipa con Mina alla prima puntata della rinnovata terza serie del programma TV “Senza rete”, eseguendo “Messico e nuvole”, “La mia gente”, un medley di “L’Armando” / “Faceva il palo” / “El portava i scarp del tennis” / “Vengo anch’io. No, tu no”, concludendo con la “tigre di Cremona” e Nicola Arigliano nella sigla “Ciao, devo andare”
1970
esce il film a episodi “Le coppie”, diretto da Mario Monicelli. Nel primo episodio “Il frigorifero” Enzo interpreta Gavino Puddu, un venditore sardo di castagnaccio emigrato a Torino, che decide con la moglie Monica Vitti di comprare a rate un grosso frigorifero in cui non ha altro da mettere che acqua e limoni. Il giorno della scadenza dell’ultima rata, l’uomo perde il denaro. Non avendo altre possibilità e dopo aver tentato tutte le strade possibili, la donna si prostituisce, con il consenso del marito e piena soddisfazione!
1971
esce il film “L’udienza” di Marco Ferreri, in cui Enzo interpreta un ruolo da protagonista (lo stralunato Amedeo, mite ufficiale in congedo che vuole andare in Vaticano per parlare al Papa) e ritrova Tognazzi
1972
alla sesta puntata della trasmissione TV di Cochi & Renato “Il buono e il cattivo”, Enzo canta “El carrete” con il duo
5 settembre 1972
a Enzo e Giuliana nasce Paolo, che si diplomerà al Conservatorio e al liceo linguistico
ottobre 1972
la RCA pubblica il 45 giri di Enzo “Ragazzo padre” / “Faceva il palo“
fine 1972
la RCA pubblica l’album “Jannacci Enzo”. Contiene “E sapere”, “La giostra”, “El portava i scarp del tennis”, “Dona che te durmivet”, “Una tristezza che si chiamasse Maddalena”, “Faceva il palo”, “Ti te sè no”, “Prendeva il treno”, “Ragazzo padre“
1973
esce il 45 giri di Cochi & Renato “Canzone intelligente” / “Siamo ancora in tempo”
1973
la Derby Records pubblica l’album di Cochi & Renato “Il poeta e il contadino”, arrangiato e musicato da Enzo. Contiene “Canzone intelligente”, “La cosa”, “Gli indiani”, “Siamo ancora in tempo”, “La gallina”, “A me mi piace il mare”, “Il reduce”, “Il piantatore di pellame”, “El porompompero” (adattata da Enzo con il duo), “Come porti i capelli bella bionda”
1973
dopo averlo proposto a teatro, Cochi & Renato portano in TV “Il poeta e il contadino”: Enzo canta “Il panettiere”, “Canzone intelligente” con il duo e “La mia zia” con il duo, Teo Teocoli e Felice Andreasi
marzo 1974
un gruppo di fascisti mette alcune bombe al “Corriere della Sera” e al Gruppo Gramsci, dove lavorano Enzo e Nanni Ricordi, che organizzano uno spettacolo per finanziare la ricostruzione nel vecchio cinema Fossati nella zona di Porta Garibaldi
1974
esce il film “Romanzo popolare” di Mario Monicelli, di cui Enzo compone la colonna sonora e alla cui sceneggiatura collabora (non accreditato) con Beppe Viola
1974
la Bompiani pubblica il volume di Enzo e Viola “L’incompiuter”, in una collana diretta da Umberto Eco
1974
la RCA pubblica l’album “Enzo Jannacci”, ristampa dell’album “Vengo anch’io. No, tu no” con alcune modifiche nella successione dei brani e una canzone in più (dall’album uscito l’anno dopo “La mia gente”). Contiene “Ho visto un re”, “Pedro, Pedreiro”, “La ballata del pittore”, “La sera che partì mio padre”, “Il metrò”, “Non finirà mai”, “Vengo anch’io. No, tu no”, “Domenica 24 marzo”, “Giovanni, telegrafista”, “Hai pensato mai (Gastu mai pensa’)”, “La disperazione della pietà”, “La mia morosa la va alla fonte”
1974
la Joker pubblica l’album antologico “Enzo Jannacci”. Contiene “T’ho compràa i calzett de seda”, “Sfiorisci bel fiore”, “Il primo furto non si scorda mai” (dal vivo nel 1964), “Aveva un taxi nero” (dal vivo nel 1964), “Sei minuti all’alba”, “L’è tri dì”, “Veronica”, “L’appassionata”, “Ho soffrito”, “Prendeva il treno”, “La luna è una lampadina”, “Per un basin”
1974
la Produttori Associati pubblica l’album antologico (accreditato a diversi interpreti: è l’unico caso in cui Enzo figura soltanto come autore) “Gran cabaret”, a cura di Roberto Danè e con brani di Cochi & Renato: “Bravo 7+”, “La gallina”, A me mi piace il mare, “Indianapolis” (che in realtà è “Gli indiani” introdotta da rumori da autodromo)
3 aprile 1974
la CAR pubblica nella serie Juke Box il 45 giri di Enzo “Brutta gente” / “Il panettiere”, con arrangiamenti e direzione d’orchestra di De Luca
autunno 1974
la divertente sigla del celebre programma TV “Canzonissima” è “E la vita, la vita” di Cochi & Renato, musicata da Enzo
autunno 1974
esce il 45 giri di Cochi & Renato “E la vita, la vita” / “E gira il mondo”
1974
la Derby Records pubblica l’album di Cochi & Renato “E la vita, la vita”, scritto e arrangiato con Enzo. Contiene “La solita predica”, “E gira il mondo”, “E la vita, la vita”, “Supermarket”, “Mamma vado a Voghera”, “’O mangià el pes”, “La tanghera”, “Il bonzo”. Come il singolo omonimo, il disco arriva in testa alle classifiche
ottobre 1974
l’Ultima Spiaggia pubblica il 45 giri di Enzo “Vincenzina e la fabbrica” (con lo stesso brano strumentale sul lato B), in versione differente da come uscirà l’anno seguente su album e tratto dalla colonna sonora del film “Romanzo popolare”
gennaio 1975
negli studi Regson di Milano, Enzo registra il nuovo disco, prodotto da Ricordi e suonato con Tullio De Piscopo alla batteria, Silvia Annicchiarico e Paola Orlandi ai cori (e voci soliste in “L’arcobaleno”) e la partecipazione di Viola nel breve intermezzo parlato “Dottore...”
1975
escono i film “Pasqualino Settebellezze” di Lina Wertmüller, di cui Enzo compone la colonna sonora (che ottiene una delle 4 nomination all’Oscar conseguite dal film), e “La moglie vergine” di Marino Girolami, a cui Enzo collabora con Viola per i dialoghi in milanese
marzo 1975
l’Ultima Spiaggia pubblica il 45 giri di Enzo “El me indiriss” / “Quelli che...”, in versione diverse da quelle presenti nell’album (il lato A per l’italiano anziché il dialetto dell’album, il lato B per il testo)
marzo 1975
l’Ultima Spiaggia pubblica l’album di Enzo “Quelli che...”. Contiene “La televisiun” (intermezzo parlato), “Quelli che...” (con testo diverso dal singolo), “El me indiriss” (con il testo in dialetto), “Il monumento”, “Borsa valori” (intermezzo parlato), “L’arcobaleno” (intermezzo parlato), “Vincenzina e la fabbrica”, “Dottore...” (intermezzo parlato, con Beppe Viola), “Viva la galera” (intermezzo parlato), “Il bonzo”, “9 di sera (A televisao)”, “Il karatè” (intermezzo parlato), “El marognero”, “Il Kenia” (intermezzo parlato). La copertina è di Cesare Monti. La title track avrà altre 4 versioni: due per 45 giri non ben accetti alla RAI, una per il film della Wertmüller e una in inglese per la diffusione della pellicola in USA. “Il bonzo” era stata incisa da Fo con il titolo “Ora importa anche a me della mia libertà” per lo spettacolo di Georges Michel “La passeggiata della domenica”

drive index | musica | archivio speciali
drive magazine 1999-2004 Stefano Marzorati
scrivete a drive