voi siete qui: drive magazine index > sex, death & rock'n'roll home page > introduzione

I libri muoiono facilmente. Questa e' la sorte toccata ad Autostrada per l'inferno, uscito nel 1995, un volume che intendeva ripercorrere la storia dei legami tra il rock e la morte. Quando all'autore hanno comunicato che un migliaio e piu' di copie rimaste in magazzino sarebbero finite al macero, qualcosa e' scattato, il desiderio di recuperare qualche brandello di quel lavoro. Sex, Death & Rock'n'Roll e' il tentativo di resuscitare le intenzioni e un certo "mood" che appartenevano a quel libro, riprendendone gli stessi temi e spettacolarizzandoli in una rappresentazione a meta' tra il monologo e la rock opera.

In questa pagina diamo alcune informazioni sull'autore e sull'attore che ha permesso di portare in scena Sex, Death & Rock'n'Roll. Poi, se volete, potete dare un'occhiata al resto delle pagine dedicate al monologo. Ci sono foto, altre informazioni e frammenti di recensioni che qualcuno ci ha voluto generosamente dedicare...

Stefano Marzorati. Nato nel 1960; A partire dalla fine degli anni '80 suona il basso in diversi gruppi della scena rock comasca: Stormy Monday Blues Band, Yakuza, Leukemia, Stick No Bills. Poi organizza concerti e varie rassegne cinematografiche nel canturino (Folkin', Rockstreams). Nel 1986 inizia una collaborazione con l'unico, vero cineclub d'assalto della scena milanese, il Citizen Kane's Club, diretto da Elisabetta Crespi e quasi interamente consacrato alla causa del cinema indipendente internazionale. Il cineclub resiste per alcuni anni e muore per mancanza di complicita' con gli ambiti istituzionali milanesi. Prima della chiusura, tuttavia, organizza, insieme alla Crespi, la prima edizione del Dylan Dog Horror Fest. Successivamente collabora prima come redattore e, in seguito, come responsabile dell'ufficio stampa, con la Sergio Bonelli Editore, dove lavora tuttora. Direttore artistico di altre tre edizioni del Fest (nel 1990, 1992 e 1993), ha curato il primo Almanacco della Paura e ha iniziato a sceneggiare storie a fumetti per la serie Mister No. Nel 1993 ha pubblicato Dizionario dell'Horror Rock e, nel 1995, Autostrada per l'inferno.

Michele Masiero. Nato nel 1967, frequenta il DAMS di Bologna dal 1986 al 1988. A Milano lavora con la compagnia Seme di Marzo e con Judith Malina, Hanon Reznikov e Philip Brehse del Living Theater. E' del 1995/1996 il lavoro su Derek Jarman Ho camminato dietro il cielo, rappresentato, tra l'altro, al Festival di Santarcangelo dei Teatri e presso il Teatro dell'Elfo di Milano, nell'ambito della rassegna Scena Prima - Giovani Gruppi Teatrali in Lombardia. Sempre nel 1996 inizia a collaborare con la compagnia Teatro Aperto, lavorando in Lenti in amore, tratto da Marguerite Duras (regia di Renzo Martinelli). Del 1997, sempre con Teatro Aperto, e' Cuore d'infinita distanza, da Clarice Lispector, con la regia di Renzo Martinelli, rappresentato nel corso di diversi festival e rassegne fra cui Festival Opera Prima di Rovigo, Teatri 90 di Milano, Iperavanguardia 2 di Scandicci (Fi). Nel 1998 e' interprete e regista del monologo Sex, Death & Rock'n'Roll, su un testo di Stefano Marzorati.

Sex, Death & Rock'n'Roll è una produzione True Romance | © Stefano Marzorati 1999/2004