The Fantastic Films of Ray Harryhausen


 
voi siete qui: drive index | cinema | DVD World | Tutti i mostri di Harryhausen

TUTTI I MOSTRI DI HARRYHAUSEN

Quando ancora il computer era ben lungi da essere pensato come possibile strumento cinematografico, l'industria degli effetti speciali era costituita da artigiani dell'immaginazione. Tra questi, universalmente riconosciuto come uno dei più grandi è Ray Harryhausen, maestro dell'animazione passo uno, o stop motion, quella che prevede l'animazione di creature artigianali (se volete chiamateli pupazzi) animate un fotogramma alla volta.
Recentemente la Columbia ha messo in commercio una serie di dvd contenenti alcuni dei film resi famosi proprio dai suoi grandi effetti speciali, proprio nellíottica di dare vita ad una sorta di Ray Harryhausen collection.
I titoli finora sono: Gli Argonauti, Sindbad e l'occhio della tigre, La terra contro i dischi volanti, A 30 milioni di chilometri dalla terra, Base luna chiama terra, Il viaggio fantastico di Sindbad
Il primo in termini di uscita (e in realtà in anticipo di un anno rispetto al resto della "serie") è uno dei migliori film a cui Hausen abbia prestato le sue doti: Gli Argonauti (Jason and the Argonauts) per la regia di Don Chaffey e con Todd Armstrong nella parte di Giasone. Una la sequenza più famosa e incredibile, che mantiene a tutt'oggi immutato il suo fascino e la sua forza: il combattimento con gli scheletri nati dai denti della defunta Idra. Impressionante il coordinamento e la dose incredibile di realismo di una scena che ha visto attori combattere contro il nulla che è poi stato sostituito dalle creature animate dalle mani di Harryhausen (perchè, onde evitare discordanze nei movimenti, Harryhausen animava i suoi personaggi quasi sempre da solo per ore e ore di lavoro). Ma il film, emozionante, è ricco di creature incredibili, come il gigante di bronzo o l'idra stessa.
Sulla stessa scia mitologico mistica, tanto cara all'animatore, i due film di Sinbad, anche questi ricchi di incredibili creature e mostri, come la splendida tigre dai denti a sciabola che appare in Sindbad e l'occhio della tigre.
La fantascienza è un altro degli elementi chiave ed ecco Base luna chiama terra, fantascientifica quasi commedia tratta da un racconto di Herbert G. Wells e quelle che sono forse le due vere chicche di questa virtuale collection: A 30 milioni di chilometri dalla terra e La terra contro i dischi volanti. I due film in questione sono in bianco e nero, rispettivamente del '57 e del '56, età che non pesa affatto sulle spalle della resa dei loro effetti meravigliosi. Mentre in La terra contro i dischi volanti Harryhausen si sbizzarrisce in scene di devastazione nell'attacco alieno (a cui tanto si rifaranno blockbuster come Indipendence Day o dissacranti e meravigliose pellicole come il burtoniano Mars Attacks!), con A 30 milioni di chilometri dalla terra affronta un tema a lui caro. In definitiva quest'ultimo film si può considerare la personale rilettura, l'omaggio, dellíanimatore al film e al personaggio che ha scatenato la sua passione: King Kong. La creatura dal vago aspetto di tritone (e che in qualche modo oltre al famoso gorilla richiama alla mente un altrettanto enorme e famoso lucertolone giapponese) difatti non è un terribile mostro votato alla distruzione e alla conquista, ma semplicemente un essere incompreso, lontano da casa in un mondo a lui sconosciuto. Tutto questo regala alla pellicola un velo malinconico. La chicca del film resta però l'ambientazione: la storia si svolge tutta in Italia e la scena finale vede il mostro protagonista arrampicarsi e distruggere niente meno che il Colosseo!
Il livello di cura è di livello piuttosto alto e gli speciali risultano sottotitolati (particolare assolutamente non scontato quando si tratta di Columbia). Interessante è il documentario Le cronache di Harryhausen, che appare in tutti i dischi e ci racconta la vita e la carriera dell'animatore in un lungo excursus che mostra opere, lavoro, interviste e premiazioni. Su tutto vincono le testimonianze di un grande amico e collaboratore di Harryhausen, un altro Ray a cui tanto cara è la fantascienza: Ray Bradbury, il geniale scrittore. Splendido il filmato (sempre all'interno del documentario) che lo vede, su sua esplicita richiesta, consegnare il premio alla carriera all'amico, lacrime agli occhi. A questo si aggiungono altri documentari, gallerie fotografiche e trailer.
In definitiva un prodotto di ottima fattura. Unico neo il costo, che come tutte le uscite Columbia caratterizzate da una tariffa unificata (salvo cofanetti speciali, ovviamente a costi maggiori) è di oltre 28 euro. Non esattamente abbordabile (soprattutto quando si tratta di acquistare sei titoli) e che stimola a un selezione accurata o, magari, a sperare in una qualche offerta in grossi centri commerciali o in qualche negozio di seconda mano...
A questo punto manca al supporto dvd solo un titolo importante della carriera di Harryhausen, quello Scontro di Titani (Clash of the Titans) che rilegge il mito di Perseo in una chiave più fantasy che mitologica, ma di grande impatto epico e incantato, grazie proprio alle meravigliose creazioni dell'animatore appassionato di gorilla e dinosauri, esseri come l'incredibile e serpentina Medusa o lo splendido Pegaso. Rimaniamo ansiosamente in attesa, nella speranza che la sua assenza sia dovuta solo alla preparazione di un'edizione speciale...

© 2002 Paolo Ferrara - per gentile concessione dell'autore

   drive index | cinema | dvd world

Copyright 1999-2004 Stefano Marzorati | a True Romance Production
scrivete a drive