voi siete qui: drive index> cinema > archivio recensioni > Il gusto degli altri




IL GUSTO DEGLI ALTRI (Le gout des autres) Regia di: Agnès Jaoui, con Anne Alvaro , Jean-Pierre Bacri , Brigitte Catillon , Alain Chabat , Agnès Jaoui; Sceneggiatura: Agnès Jaoui; Distribuzione: Lucky Red; Anno: 2000; Produzione: Francia; commento: ****

Inadeguatezza. Verso gli altri in termini di aspettative, verso se stessi in termini di ambizioni. Stridente contrasto tra la propria condizione, che rifiutiamo di accettare, e il desiderio di essere accettati da gruppi sociali diversi da noi. E' una continua tensione verso una meta difficilmente raggiungibile, sia per la nostra inadeguatezza, sia per l'incapacità di ciascuno di adattarsi o far adattare i gusti altrui. Da qui il titolo, nonché il tema centrale ("Il gusto degli altri"), di questo delizioso e sofisticato film dell'esordiente Agnès Jaoui. La Jaoui, cresciuta all'ombra di Resnais e Cherau, qui all'esordio come regista, ha avuto il geniale intuito di ricorrere a una democratica spietatezza nei confronti di tutti i personaggi, indipendentemente da estrazione sociale e livello culturale, evitando sapientemente di prendere posizione alcuna. Ciascuno è, a modo suo, perdente e si salvano solo coloro capaci di venire a patti con se stessi e di accettarsi con i propri limiti. Nessuno è superiore: dagli intellettuali spocchiosi al volgare arricchito, dalla donna emancipata alla ricca signora borghese. L'attrice dotata ma ignorata da critici e pubblico non può avere più ragioni dell'industriale "grossier" che, innamoratosi di lei le confida i propri sentimenti. Ugualmente, la single navigata, solida (almeno all'apparenza) ed emancipata che arrotonda lo stipendio da cameriera con lo spaccio a domicilio di droghe leggere non è migliore della guardia del corpo, uomo seducente e sincero, ma un po' all'antica, che non accetta questo suo stile di vita. Agnès Jaoui, oltre ad essere anche autrice della sceneggiatura, ricca di ottimi dialoghi, interpreta nel film il ruolo della cameriera single e emancipata che in fondo vorrebbe avere una famiglia e dei figli ma non ha il coraggio di riconoscerlo. Da notare che il suo compagno nella vita, Jean Pierre Bacri, è lo strepitoso interprete del ricco imprenditore che si innamora dell'attrice di teatro. Candidato alla nomination per il migliore film straniero, Il gusto degli altri è un film che infonde piacere per l'intelligenza che emana e invita a riflettere sulle nostre scelte di vita.

© Marco Ferrari - per gentile concessione dell'autore

webmasters: stefano marzorati e grazia paternuosto - drive © stefano marzorati 1999-2004 - a true romance production