voi siete qui: drive index > fumetti > archivio recensioni > X-Men Revolution



X-Men Revolution n.1, mensile, Marvel Italia, brossurato, colori, 96 pagg., L. 6.000

Marvel Italia approfitta dell'uscita del film degli X-Men per rinnovare il parco testate dedicato alle collane più vendute negli Stati Uniti. Tra gli albi che hanno subito un maggiore restyling (che comprende un cambio di nome e una nuova numerazione da uno) è X-Men Universe, che cambia a livello di contenuti e grafica. La testata ospita in pianta stabile la testata X-Men Unlimited (il primo numero proposto, oltre al team regolare composto da Joe Pruett e Brett
Booth
, vede anche l'intervento del grande Chris Claremont e del veterano Ron Lim) e la miniserie X-Men: The Hidden Years, a opera di un altro importante autore del fumetto americano, John Byrne. A questi due titoli si affianca (nel primo numero) X-Force, con le trame del supremo Warren Ellis (a parere di chi scrive, il più grande sceneggiatore in lingua inglese del momento), i dialoghi di Ian Edginton e i disegni di Whilce Portacio.
X-Force appartiene al progetto Counter X, che prevede un netto taglio con l'impostazione passata di alcune testate del parco mutante, le quali passano sotto il controllo totale di Ellis; lo sceneggiatore (come tutti i veri Autori), è ormai assorbito totalmente dai suoi temi, che analizza in tutti gli albi da lui scritti o curati - in primo luogo The Authority, la testata che ha portato il fumetto supereroistico a vertici mai raggiunti in precedenza se non dai capolavori revisionisti di metà anni '80. Un esempio di questa impostazione è X-Man, trasformato in uno sciamano votato alla custodia del pianeta Terra (che richiama la figura di Doctor nella già citata Authority), anche se il concetto viene allargato estendendone il ruolo a quello di potenziale salvezza di altri mondi e altre dimensioni oltre a quella in cui viviamo. Per quanto riguarda X-Force viene rispettata l'impostazione "militare" data al gruppo mutante con la comparsa del personaggio di Cable: Ellis pone a capo del team Peter Wisdom, ex membro di Black Air (la sezione dei servizi segreti britannici che si occupa di fenomeni paranormali), acidissimo personaggio da lui stesso creato sulle pagine della defunta Excalibur, e proietta gli adolescenti di X-Force nel mondo dei servizi segreti e dei complotti governativi. Il compito del gruppo è sventare le minacce che mettono in pericolo l'intero pianeta Terra; lo sceneggiatore sfrutta ancora una volta il concetto già ribadito in altre sue opere: "Salvare il mondo dal mondo stesso". Inoltre, come l'autore afferma nella sezione dedicata a questo progetto (verificate al consigliatissimo sito
www.warrenellis.com ), la testata mostrerà "big stuff blowing up", il che la dice lunga sull'impostazione spettacolare che è stata pensata per l'albo (e il tutto ricorda ancora una volta Authority). Oltre a questo cambiamento a livello contenutistico bisogna rilevare l'azzeccatissima scelta del look: costumi in cuoio nero (i personaggi hanno un aspetto cattivissimo e veramente cool), nuovi tagli di capelli (assolutamente alla moda), e in generale, un allineamento alle uniformi proposte nel film di Brian Synger. L'unico neo della testata è forse l'esiguo spazio dedicato alle proposte di Ellis (bizzarra l'idea di "isolare" X-Man - testata pregevolissima - su Marvel Mix): X-Men Unlimited e la miniserie di Byrne non paiono infatti assolutamente all'altezza delle testate del Counter X (non è un caso che nel numero due vengano proposti due episodi di X-Force).
Se a questo si aggiunge che la copertina è dedicata agli X-Men "classici", che probabilmente chi ha visto il film non conosce, è difficile pensare che la testata possa attirare l'attenzione di nuove frange di lettori: nell'attesa di vedere Generation X (il terzo progetto Counter X), ne consigliamo comunque la lettura.


© Adriano Barone - per gentile concessione dell'autore

<<torna alla seconda parte di recensioni fumetti/dicembre 2000

webmasters: stefano marzorati e grazia paternuosto | drive stefano marzorati 1999-2004 | a true romance production