+ introduzione
   + la bellezza del diavolo
   + teenage death songs

   + articoli
   + discografie
   + bibliografie
   +
links




   +
Fudge Tunnel: scheda in Trousers Press
   + Fudge Tunnel: intervista
   + Fuzztones.net











voi siete qui: drive index > R&H encyclopedia > indice delle schede > F > Fudge Tunnel
F

FUDGE TUNNEL
Terzetto britannico, fautore di un suono a cavallo tra musica industriale (Godflesh e Silverfish) e la carica distruttiva espressa da gruppi come Tad e Nirvana. Estremamente potenti e cattivi, i Fudge Tunnel caratterizzano il loro sound con un drumming monolitico e con parti vocali arricchite di effetti alienanti e paurosi. Grazie a questi elementi il gruppo e' in grado di proporre un muro di suono ipnotico costruito su un suono scarno e minimale. I riffs del chitarrista Alex Newport sono assai grevi e ricordano i primissimi Black Sabbath. Su Hate Songs in E Minor (1991) la loro opera prima, rifanno due vecchi brani come Sunshine of Your Love dei Cream e Cat Scratch Fever di Ted Nugent, stravolgendoli alla loro maniera e allineandoli accanto agli episodi di Hate Songs, Bed Crumbs e Gut Rot, talmente claustrofobici e perversi da rendere questo disco uno dei momenti piu' imperdibili della nuova scena. Ricordiamo, tra l'altro, il sequestro, avvenuto a Nottingham, delle copie del disco, a causa dell'immagine di copertina ritenuta oscena e offensiva da parte delle autorita' britanniche. La foto incriminata mostrava un uomo che viene decapitato e la Earache, loro etichetta discografica, la sostitui' con l'immagine piu' innocua del gruppo, ripreso durante un'esibizione live.

Discografia:
Fudge Tunnel (Pigboy), 1989, ep; Sweet Sound of Excess (Pigboy), 1990, ep; Hate Songs in E Minor (Earache), 1991; Creep Diets, 1992; Teeth (Earache), 1992, ep; Fudge Cake (Vinyl Solution), raccoglie i primi due ep Fudge Tunnel e Sweet Sound of Excess; The Complicated Futility of Ignorance (Earache), 1994; In a Word, 1995

FUNEBRE
Formazione finlandese prodotta da una piccola etichetta indipendente locale. In Children of the Scorn, l'ep d'esordio, propongono un doom/death metal abbastanza prevedibile, in brani come Blood on White, Walls that Held Screams e Shiver, leggermente venata di atmosfere alla Paradise Lost.


Discografia:
Children of the Scorn (Spinefarm), 1991

FUZZTONES, THE
Leggendari cantori del garage rock macabro e giocosamente orrrorifico, Rudi Protrudi e i suoi compagni d'avventura hanno delizato le orecchie degli horror fans e dei loro ammiratori con una serie di dischi dalle atmosfere perfettamente calibrate. Travagliati da numerosi cambi di formazione, fino ad arrivare all'ultimo album e poi allo scioglimento, Protrudi e i suoi Fuzztones hanno conservato ostinatamente, nel corso degli anni, un grandeamore per i Sixties e per i party di Halloween, coniugando umorismo macabro ad atmosfere squisitamente neo-gotiche. Lysergic Emanations (1985) l'album che testimonia il loro periodo piu' felice, mescola rock'n'roll, blues demoniaco alla Cramps e urla selvagge in un sound frenetico, che produce autentiche gemme come Shes' Wicked, Highway 69 e Just Once. Con il successivo In Heat (1989) Rudi il teppista prosegue coerentemente il cammino intrapreso con brani come Nine Months Later, la bizzarra It Came in the Mail, la sinistra Black Box e il capolavoro Charlotte's Remains. L'ultimo album, Monster a Go Go (1992) e' accompagnato da una bella cover in classico stile Fuzztones, con casa infestata, schemi di passi di danza macabra e ragazze che indossano maschere alla bug eyed monster. L'introduzione, perfettamente in tema, definisce i musicisti come Cosmic Crypt Kickers. L'idea e' venuta a Protrudi da un'operazione tentata da Phil Spectre (pardon, Phil Spector) con il suo Spector Christmas Album. Ma in Monster a Go Go viene celebrato un altro tipo di tradizione, quella della notte di Halloween e l'album viene dedicato a tutti i guys and ghouls che amano questa celebrazione e vogliono scutere le loro ossa al ritmo della musica del gruppo. Il rock'n'roll con i Fuzztones diventa proprio immortale, in tutti i sensi e il disco finisce per diventare una sorta di degno testamento sonoro dell'attivita' del gruppo. Tutti i pezzi del disco sono dedicati a vampiri, lupi mannari e mostri di vario genere. Per la maggior parte sono cult hits appartenenti al passato, a personaggi come Screaming Lord Sutch, ai Sonics, Larry and the Blue Notes, il precursore John Zacherle (presente con la mitica Dinner with Drac), il folle texano psichedelico Rocky Erickson e i Bloodrock. Brani (o meglio, spook-a-delic Halloween hits) che, introdotti da effetti horror, sfilano in passerella al grido di Every Day is Halloween, forse lo slogan piu' adatto all'universo dei Fuzztones. In mezzo a tutte queste cover trovano spazio anche l'inquietante Charlotte's Remains, tra le cose piu' riuscite del gruppo, e due versioni micidiali di All Black and Hairy e Jack the Ripper appartanenti al repertorio dell'ultradeviante Lord Sutch (purtroppo recentemente scomparso). Monster a Go Go, insomma, e' il disco ideale per accompagnare le vostre serate gore.

Formazione: Rudi Protrudi: v, ch / "Mad" Mike Czekaj: bt / Phil Arriagada: ch / Chris Harlock: bs / Jake "The Ripper" Cavaliere: tast
Discografia:
Leave Your Mind at Home (Midnight) 1984; Lysergic Emanations (ABC), 1985; Live in Europe (Ger. Music Maniac) 1987; Nine Months Later EP (Ger. Music Maniac) 1988; Creatures That Time Forgot (Ger. Music Maniac) 1989 - (Skyclad) 1990; In Heat (Skyclad Records), 1989; Hurt on Hold EP (UK Situation Two) 1989; Action EP (UK Situation Two) 1990; Monster a Go Go (Skyclad Records), 1992

pagina successiva > G > Galas, Diamanda - precedente > F > Fear Factory

The Rock and Horror Encyclopedia © Stefano Marzorati 1999/2010 - webmasters: stefano marzorati e grazia paternuosto | drive © stefano marzorati 1999-2010 | a true romance production