visita il sito ufficiale di Alex Ross

visita un sito non ufficiale dedicato a Kingdom Come

visita il sito ufficiale della DC Comics

visita il sito ufficiale della Marvel

cartoni on line


voi siete qui: drive index | fumetti | archivio speciali | Comiconvention 2000/1 | Comiconvention 2000/2
COMICONVENTION 2000 - seconda parte

L'incontro su Dampyr è stato veramente scoppiettante, soprattutto grazie alla vera e propria esibizione di Mauro Boselli (creatore del personaggio insieme a Maurizio Colombo, purtroppo assente), brillante e divertente. Moltissime le domande del numerosissimo pubblico, segno che il personaggio, pur avendo fatto da poco la sua comparsa nelle edicole, ha già conquistato una larga fascia di lettori. Tra le considerazioni più divertenti di Boselli (tentare di descrivere il suo intervento è impossibile: bisogna vedere per rendersi conto della sua capacità di gestire un pubblico numeroso) è quella relativa all'accusa che Dampyr sia "la solita storia del figlio di un vampiro". l'autore ha fatto notare che a parte Damphire di Nancy Collins (il cui protagonista, come lo sceneggiatore bonelliano ha puntualmente rilevato è, a dispetto del titolo, un vampiro), non ci sono fumetti o altro che abbiano protagonista un dampyr. A questo punto, l'autore di questo articolo, stuzzicato da Boselli per il proprio abbigliamento, ha fatto notare con aria supponente che esiste un cartone animato del genere: "Vampire hunter D", del 1985 e ha potuto notare con soddisfazione che lo sceneggiatore è stato per un microsecondo colto alla sprovvista, dicendo che comunque lui non ha ancora visto l'anime in questione.
In assoluto l'incontro più pirotecnico della manifestazione, a cui è seguito quello con Carlo Recagno e Giuseppe Palumbo, autori dello speciale Altrove, dal titolo L'ombra che sfidò Sherlock Holmes, e con Alfredo Castelli, il papà di Martin Mystère.

Il primo giorno di convention si è chiuso con lo staff di Marvel Italia. Come al solito, numerose e ghiottissime le anticipazioni. Si parte con Arkhain di Stefano Raffaele (reduce dai fasti delle sue esperienze USA con Batman, X-Factor, Conan) e Lorenzo Calza (sceneggiatore del bonelliano Julia), storia di un mostro venuto dallo spazio inseguito da una pattuglia di crononauti nella New York contemporanea. Una scelta lodevolissima per Stefano, che ha rinunciato alle proposte di Marvel e DC Comics per potersi migliorare come autore. Mormorii d'approvazione per le anticipazioni su Rat Man, capolavoro di Leo Ortolani; lo sfigatissimo eroe si confronterà con Spawn, con la Gatta (sarà una trilogia), e...con i suoi fan. Dal settore americano, oltre al videogioco dell'Uomo Ragno (che, una volta tanto, rispetta le caratteristiche del fumetto), si conta molto sul film degli X-Men, la cui testata, dal n.125, ripartirà da 1 e vedrà il ritorno del leggendario Chris Claremont, l'uomo che ha portato gli Uomini X ai vertici del fumetto USA. Grandi cambiamenti aspettano in generale la Marvel, dato che Joe Quesada ne è diventato il nuovo coordinatore editoriale e ha affidato la collana Marvel Knights a Stephen Moore, reduce dalla Vertigo. Dal Giappone sono in arrivo Gundam, Nausicaa, Digimon (proteste generali del pubblico a cui si associa silenziosamente anche chi scrive), il secondo volume di Aqua Knight di Yukito Kishiro e, dello stesso autore, la ristampa in volumi giganti di Alita (in originale GUNMM) e, forse, quello che sarà il manga più curioso della prossima stagione, in quanto un autore giapponese realizza per la prima volta un fumetto non rivolto al mercato interno: stiamo parlando della versione comic book di Dark Angel di Kia Asamiya. Cambia anche Witchblade /Darkness, che ospiterà al suo interno Magdalena (di Joe Benitez ) e Aphrodite IX (di Wohl/Finch). Su Spawn arriva come comprimario, dopo Spawn the Undead, Sam and Twitch, scritto da Michael Bendis e disegnato dall'italianissimo Alberto Ponticelli.Il fumetto italiano è sempre più internazionale...o è il fumetto internazionale a essere sempre più italiano ?

SECONDO GIORNO

Aprono le danze gli editori della Hazard, che annunciano una mostra dedicata a Lorenzo Mattotti dal 19/10 al 26/11 ai Musei di Porta Romana di Milano. Ci saranno in mostra tavole, illustrazioni e video d'animazione, tra cui alcune immagini di Pinocchio di D'Alò a cui Mattotti ha collaborato. Tra le novità, il primo volume degli Innominabili (i cui autori, a causa dei loro atteggiamenti molto caustici, sono stati sbattuti fuori dalla redazione di Spiroux, giornale che in origine pubblicava il fumetto), Gemma Bovary, cartonato della britannica Posy Simmonds (fumetto apparso in origine a puntate sul Guardian), un nuovo volume di Jacques Tardi, Nebbia sul ponte di Tolbiac, ispirato da Leo Malet. Continuano Martin Mystere l'integrale e Buddha di Tezuka, del quale appariranno anche Hi no tori (la fenice), opera gigantesca del papà di Tesuwan Atom, Jungle Taitei e Black Jack, composta da 24 volumi di 400 pagine l'uno, e Ribbon no kishi, cioè la mitica Principessa Zaffiro (considerato il primo shojo manga, cioè fumetto per ragazze, della storia del fumetto giapponese), di cui vedremo i tre volumi della seconda versione (la più recente, del 1963; la prima è del 1958).

La conferenza del settore manga della Star Comics è sicuramente la più affollata della mostra (e anche quella con la maggior concetrazione di pubblico femminile). Il simpatico Massimiliano DeGiovanni ha annunciato la solita valanga di novità preparate da lui e dagli altri Kappa Boys, sempre attivissimi: sono in arrivo Yu degli spettri (su Zero, dopo Keiji il Magnifico), Family Compo di Tsukasa Hojo su Starlight, Kizuna (da febbraio, a cui si alternerà Bronze); su Express si alterneranno I's del sopravvalutato Masakazu Katsura (di cui appariranno anche tre volumi di illustrazioni che conterranno anche un episodio inedito dell'orrendo Shadow Lady) e Rookies. A gennaio vedremo - finalmente! - il nuovo volume di Guyver di Takaya Yoshiki.Inoltre ci sarà un libro di illustrazioni dell'immenso Hirohiko Araki, a parere di chi scrive il più grande mangaka vivente assieme a Masamune Shirow (che per la disperazione dei lettori italiani e dei poveri Kappa Boys, ha ordinato il posticipo di Man Machine Interface, del quale vuole realizzare alcune pagine di raccordo tra gli episodi già realizzati).
La Kappa Edizioni prosegue con la pubblicazione di romanzi ispirati al mondo dei manga e degli anime: vedremo i nuovi romanzi di Orange Road, City Hunter, Bastard, Lodoss War, cat's eye, Alita, I's; a Lucca verrà presentato il Gioco di Ruolo dei manga, con illustrazioni appositamente realizzate da Shinichi Hiromoto, disegnatore di Fortified School, e che prenderanno in giro le icone dell'animazione giapponese; in programma anche un nuovo libro di Keiko Ichiguchi, la serie regolare di Lupin III, che si comporrà di albi autoconclusivi, il romanzo The Incredible Tide da cui nacque il capolavoro di Hayao Miyazaki Cona
n il ragazzo del futuro, del quale appariranno presto storie realizzate da autori italiani, tra i quali ci sarà la mitica coppia Brolli/Palumbo!

Ade Capone può contare su un pubblico affezionato, e bisogna dire che la sua serie, Lazarus Ledd, merita tutto il successo che ha (anzi, ne meriterebbe di più): l'autore ha commentato soddisfatto che le voci che c'erano sempre state negli ultimi anni di un'imminente chiusura di Lazarus sono ormai finite, segno che ormai queste malignità diffuse probabilmente da una concorrenza invidiosa non fanno più presa sui lettori. Del personaggio sono in arrivo il numero 100 (un risultato davvero eccezionale), due extra, il numero cinquanta a colori e in edizione cartonata (dalla Dardo) e - forse - un albo gigante; inoltre esiste un progetto per una miniserie dedicata alla Gatta Ladra e Leo Ortolani sta scrivendo il soggetto di Lazarus Ledd contro Rat Man!
Ma l'attesa era tutta per Ordo Templi, volume cartonato realizzato dalla coppia Capone/Bocci e che tratterà dei Templari del futuro (piacevolissima la dotta digressione di Ade sulla storia di questo ordine). Ambiguità tra buoni e cattivi, ipertecnologia e architetture medievali, citazioni bibliche e i disegni di Bocci (il preview ha lasciato sbalordite più persone, tra cui l'autore di questo articolo):
l'appuntamento per gli amanti del fumetto d'autore è a Natale, in tutte le librerie, con Ordo Templi - L'eretica.

Affezionatissimo anche il pubblico di Claudio Chiaverotti, che evidentemente con Brendon è riuscito ancora una volta a lasciare il segno nei suoi lettori. Tantissime - e ghiotte - le anticipazioni sul personaggio: il ritorno della Luna Nera, la prima storia divisa in più atti (Fiabe di morte, in edicola a dicembre), l'esordio di Luigi Simeoni (precedentemente nello staff di Nathan Never) e Lucia Arduini (allieva di Freghieri) e l'arrivo di un Brendon di Emiliano Simeoni, che ha impiegato cinque anni per realizzare un albo che, come é stato annunciato da Chiaverotti e da Luca Del Savio, moderatore dell'incontro, sarà qualcosa di incredibile. Dopo la promessa di cercare di continuare a scrivere - per quanto possibile - Dylan Dog, l'autore si è visto fare una serie di domande sul futuro editorale del personaggio. Sicuramente quello di Brendon é stato l'incontro più ricco di emotività e di coinvolgimento tra quelli visti alla mostra: la gratitudine di Chiaverotti - visibilmente e compostamente commosso per l'interesse nei confronti della sua creazione - e la partecipazione del pubblico alle vicende umane di Brendon ci sembrano le due note più belle su cui chiudere questo lungo reportage.

Se si volesse essere pignoli e cercare a tutti i costi un difetto nella manifestazione, dovremmo rilevare l'inspiegabile cancellazione (indipendentemente dalla volontà degli organizzatori) degli incontri con la Lexy Produzioni e con Pasquale Ruggiero della Magic Press. Se invece si dovesse segnalare l'aspetto più positivo si dovrebbe rilevare la grandissima percentuale di pubblico femminile presente. Un segnale, questo, di come il mondo del fumetto, a dispetto della concorrenza di cinema e videogiochi, sia ancora in grado di attirare sempre nuovi lettori. (torna alla prima parte dello speciale>>)

Drive magazine ringrazia Luca Del Savio, lo staff di Comiconvention, gli autori e gli editori presenti alla manifestazione per la collaborazione prestata. Arrivederci al prossimo anno con la dodicesima edizione!

© 2000 Adriano Barone - per gentile concessione dell'autore

  drive index | fumetti | archivio speciali
© Copyright 1999-2004 Stefano Marzorati | a True Romance Production
scrivete a drive