il sito ufficiale del film


voi siete qui:
drive index | cinema | archivio recensioni |Blood Work

BLOOD WORK (id.), regia di Clint Eastwood, con Clint Eastwood, Anjelica Huston, Wanda De Jesus, Jeff Daniels.
distribuzione: Warner Bros; giudizio: ***

Il contatto. Un legame indissolubile che lega il poliziotto al serial killer al quale sta dando la caccia. Un rapporto d’odio che patologicamente può diventare ragione di vita. Ma fino a che livello può arrivare l’intensità di tale legame? Anche a salvare la vita dell’odiato-amato nemico pur di continuare la relazione a distanza?
La risposta è in Blood Work, ultimo film di Clint Eastwood presentato fuori concorso alla 59a edizione del Festival di Venezia. Eastwood – che nella maturità assomiglia sempre più a Don Siegel nella regia e a John Wayne nella recitazione – si diverte a regalarci un piacevole thriller del filone degli assassini seriali, di cui non sveliamo la trama per non rovinare il gusto della visione.
Bravo Clint nel ruolo del vecchio super-poliziotto in pensione, convalescente da un trapianto di cuore, che si muove con sagacia in un’insolita quanto interessante Los Angeles marina, tra moli, passeggiate, barche all’ormeggio e navi incagliate.
Blood Work non è tra i migliori film del regista de Gli Spietati o dell’interprete di Per un pugno di dollari: manca l’originalità nella trama e la sceneggiatura presenta alcune sviste (perché nessuno rileva che in seguito all’omicidio allo sportello del bancomat le telefonate al numero di emergenza 911 devono essere state due - l’assassino e il soccorritore – e non una?), nonché alcune esagerazioni (il serial killer che, ferito alla spalla con colpo d’arma da fuoco si tuffa e in apnea attraversa una stiva allagata, schiva gli spari di Clint e riemerge in un altro locale...).
Tutto ciò premesso, Clint Eastwood è un regista-attore che si segue sempre volentieri, con quell’affetto che si prova per un vecchio amico, anche quando tende a ripetersi.

© Marco Ferrari 2002 - per gentile concessione dell'autore

  drive index | cinema | archivio recensioni
� Copyright 1999-2010 Stefano Marzorati | a True Romance Production