il sito ufficiale


ARCHIVIO:

Cinema/DVD World: Gli spietati, di Paolo Ferrara

Cinema/DVD World: Jabberwocky, di Paolo Ferrara

Generazione X, di Paolo Ferrara, di Kevin Smith

The Black Hole, di Paolo Ferrara

Il mago di Oz, di Paolo Ferrara


Brazil, di Paolo Ferrara


 
voi siete qui: drive index | cinema | DVD World | Animatrix

ANIMATRIX: ALTRE STORIE DALLA MATRICE, di Paolo Ferrara

Il mondo di Matrix è tornato a conquistare le sale, ma questa volta con l’intenzione di andare molto oltre. Certo, la struttura stessa di Matrix si presta alla possibilità di raccontare tantissime storie al di fuori del plot principale, e già un tentativo era stato fatto alla prima pellicola, con alcuni racconti e racconti a fumetti che circolarono in rete, piccole perle a opera di autori come Neil Gaiman, Tim Sale, Ted Mckeever, alcuni dei quali furono raccolti in Italia in un volumetto per la piccola casa editrice Factory, attualmente chiusa. Questa volta, sotto la diretta guida dei fratelli Wachowski, che sono coautori dei soggetti di alcuni, il mondo di Matrix si espande e arriva all’animazione, con 9 cortometraggi (di circa 10 minuti ciascuno), qualcuno dei quali presentato al cinema davanti ad altri film (e uno dei quali trasmesso in prima serata su reti fininvest) e ora raccolti tutti insieme su un unico dvd.
Nove cortometraggi, otto storie (una delle storie, Il secondo rinascimento, è diviso in due parti), che vedono al lavoro alcuni dei migliori registi dell’animazione nipponica attuale (Takeshi Koike, Shinichirô Watanabe, Kouji Morimoto, Andy Jones, Yoshiaki Kawajiri, Mahiro Maeda, Peter Chung) per otto stili di animazione assolutamente differenti l’uno dall’altro. Il risultato sono nove piccoli incredibili capolavori, trascinanti e sbalorditivi.
Due storie sono direttamente collegate al film, ovvero “L’ultimo volo della Osiris” che ne rappresenta il prologo, e “Storia di un ragazzo” che ci presenta un personaggio appare nel corso della pellicola.
L’ultimo volo della Osiris è il cortometraggio passato appunto in tv e davanti ad altre pellicole, ed è realizzato dagli stessi che hanno prodotto il lungometraggio “Final Fantasy:The Spirit Within”, e si vede. Completamente in computer graphic, caratterizzato da un livello di realismo disarmante è una dolce storia d’amore destinata ad una tragica interruzione. Splendido il particolare “allenamento” che vede fronteggiarsi i due protagonisti all’inizio.
Storia di un ragazzo dallo stile grafico molto particolare, che richiama più alcuni animatori europei (tra gli altri qualche richiamo al nostro Toccafondo) che non classici stilemi giapponesi, ci racconta di un sogno e della realtà e di cosa unisce questo ragazzo a Neo, l’eletto ed è diretto da Shinichiro Watanabe, regista della splendida serie di Cowboy Bebop.
Il duo di episodi Il secondo rinascimento, diretti da Mahiro Maeda, ci porta invece indietro nel tempo, per raccontarci della guerra delle macchine, la storia alla base della nascita di Matrix. La visone è sconvolgente e terribile. Splendidamente giocato con una serie di citazioni visive di filmati storici e non (ad esempio richiami a piazza Tien Anmen, ma anche a scene di The Wall dei Pink Floydd) è una visione a tratti dolorosa, dall’incredibile mastria registica, dove non potrete fare a meno di pensari “Sì, l’uomo si comporterebbe così” e rimanere amaramente incantati.
Record del mondo, di Takeshi Koike è la storia di qualcuno che scopre la verità su Matrix incidentalmente, senza che questo gli impedisca di raggiungere il proprio obiettivo. Il tratto è molto particolare, spigoloso, la regia, soprattutto nella scelta delle inquadrature, è molto particolare, intrigante.
Il programma, di Yoshiaki Kawajiri è un tuffo nell’immaginario giapponese e un occasione per mettersi in discussione, in un spettacolare corto realizzato dall’autore di piccoli capolavori come Ninja Scroll e Wicked City – La città delle Bestie.
Aldilà di Koji Morimoto è un lirico racconto che ci mostra le conseguenze di un piccolo inevitabile bug di sistema, una bizzarra ghost story nel mondo creato dalla matrice.
Detective Story è un racconto noir che vede ancora alla regia Shinichiro Watanabe e coinvolta come guest star Trinity, la storia di un investigatore annoiato e di un caso che ne segnerà il destino, un blues malinconico non per niente opera del regista di Cowboy Bebop.
Immatricolato, realizzato da Peter Chung, bizzarro regista di opere come Aeon Flux o Alexander, ci mostra una sfaccettatura tutta particolare del rapporto tra gli uomini liberi e le macchine, in uno strano gioco di specchi, psichedelico e stordente.
La visione dei nove Animatrix, che via sia piaciuto o meno Reloaded (anche se sarebbe più funzionale la visione di questi prima del film) non vi lascerà indifferenti e si rivelerà un’esperienza incredibile, nonché un buon esempio per avvicinarsi ad una concezione dell’animazione diversa da quella a cui ci hanno abituati fior di censori televisivi e luoghi comuni.
Rimarrete a bocca aperta e sarete ansiosi di averne ancora.
Un altro pezzetto di cinema che conquista il suo posto d’onore nel mondo del digitale.


© 2003 Paolo Ferrara - per gentile concessione dell'autore

  drive index | cinema | DVD World

© Copyright 1999-2004 Stefano Marzorati | a True Romance Production
scrivete a drive