speciali: Il canto di spine degli ALTERA

ALTERA: Poesia elettrica, melodia e dissonanza, rabbia ed intimismo, energia e dolcezza, grandi immagini, quadri e testi proiettati alle spalle, luci al neon e strombo accecanti, il cantante con un libro in mano sul palco. Riferimenti musicali: nessuno…

Leggi i testi delle poesie messe in musica dagli Altera >>

discografia e videografia degli Altera >>


 

 
voi siete qui: drive index | musica | Speciali: Il canto di spine degli Altera | bio e schede critiche Altera

LA CRITICA: Il gruppo ha ottenuto notevoli apprezzamenti: quotidiani (“La Stampa”,”La Repubblica”, “Il Giornale”, “Il Secolo XIX”, etc), riviste musicali (“Il Mucchio Selvaggio”, “Tutto”, “Musica Rock & Altro”, di “Repubblica”, “Metal Hammer”, “Rock Sound”, “Raro!” etc.), e non (“Diario della settimana” di E. Daglio), fantine (“Urlo”,“Contro”, “Freak out”, etc.) , hanno recensito bene i lavori del gruppo. La musica degli Altera è trasmessa da diverse radio nazionali (es. “Notturno Italiano” di RAI Stereo Notte ha dedicato al gruppo 20 min. di intervista e ascolto).

L’IDEA: Il progetto “ALTERA” nasce a Genova a fine Luglio ’96 con il preciso intento di trovare una nuova via nell’ambito di ciò che viene comunemente definito “rock italiano”. L’utilizzo della drum machine insieme alla batteria acustica, suoni ricercati, talvolta duri e nervosi, arrangiamenti curati, una vocalità particolare, testi impegnati, provocatori e di grande impatto emotivo (a volte sostituiti da dialoghi estratti da film o da vere e proprie poesie cantate – LEVI, PASOLINI, CAPRONI, ecc., voci di personaggi storici usate come veri e propri controcanti) diventano il marchio di fabbrica del gruppo.
Una proposta che cerca di essere creativa e priva di vincoli, ma non per questo “pesante” all’ascolto…

IL CONCERTO! Un sabba multimediale: Lo show degli ALTERA è un vero e proprio spettacolo multimediale; le particolari sonorità del gruppo, decisamente rock ma a tratti tecnologiche ed innovative, sono supportate da rumori esterni (zapping televisivi, pioggia, ecc…) e da un utilizzo molto meditato di diapositive, neon colorati, luci stroboscopiche, spot, lampeggianti, megafoni, ecc…
I testi dei brani, sempre intriganti e d’effetto , a volte sostituiti da poesie , le provocazioni e la movimentata verve scenica danno allo spettacolo un’impronta anche “muscolare” che completa un set composto da voci , suoni , parole, poesie, luci ed immagini, in grado di incuriosire ed attirare un pubblico quanto mai eterogeneo.
Progettualità: Un patrimonio importante del gruppo: da un brano sul disagio mentale il concerto nell’ex osp. psichiatrico di Cogoleto (Ge) e la ipotizzata realizzazione di un video-clip al suo interno; da una poesia di P. Levi trasformata in canzone è nato “CANTO DI SPINE”, progetto di un intero album dedicato alla poesia che sarà pubblicato tramite una collaborazione con gli studenti, legata a performance nelle scuole. Inoltre in collaborazione con vari Enti e Comuni è nato “CANTO DI FILO SPINATO”, un viaggio su rotaie (un treno di studenti che ripete il viaggio dei deportati italiani da Fossoli di Carpi (MO) ad AUSCHWITZ , con performance del gruppo su poesie di P. Levi nei Lager.

BREVE STORIA: ALTERA esordisce (in versione trio con drum-machine) nell’Agosto ’96 ad “Oltre il juke-box” (rassegna di gruppi liguri emergenti) e, dopo svariate esibizioni in locali della regione ed in varie rassegne, organizza in proprio manifestazioni quali “Donne dietro le sbarre” per l'8 Marzo, in collaborazione con Amnesty International e Coordinamento naz. Silvia Baraldini, (ospite Gabriella Guarino). AD OTTOBRE ALTERA SUONA (unico gruppo senza contratto discografico ad esserci riuscito) AL 1° SALONE DELLA MUSICA A TORINO. Nel Febbraio ’97 la band ha ottenuto il patrocinio del Comune di Genova per le sue produzioni artistiche. Nel Marzo ’97 gli Altera hanno presentato dal vivo il loro “LIVIDA SPERANZA”, con uno spettacolo che ha visto la presenza in qualità di “padrini” del cantautore SERGIO ALEMANNO e soprattutto di ROBERTO “FREAK” ANTONI, leader degli storici Skiantos. Il giorno della Vigilia di Natale realizzano uno spettacolo per i pazienti all’interno dell’ex osp. psichiatrico di Cogoleto (Ge). Il 25 Aprile ’98 aprono “LiberAzione Rock” alla Sala Chiamata del Porto- Ge ed iniziano una serie di concerti nel nord/centro Italia. La indie FRIDGE di Milano li elimina dalla sua raccolta “SONICHE AVVENTURE vol. IV” -censura!!- appena saputo del loro provocatorio brano “MERDA D’ARTISTA”, che denuncia lo sfruttamento intensivo dell’immagine di “Che” Guevara. Ne seguirà una polemica a mezzo stampa (“Rumore”, “Jammai”, “Rockerilla”, ecc.). Da citare la partecipazione al festival “ORTE DI NOTE” (VT), alle prime due edizioni del “Festival Nazionale di Poesia Italiana CITTA’ DI S. PELLEGRINO TERME“(BG) 98/99, curato da Raffaele Crovi... Nell’Ottobre ’98 presentano “CANTO DI SPINE” con un grande concerto al Teatro “Modena” (Ge) -primo gruppo rock ad esibirsi in quella sede. Nel Nov. ’98 realizzano a Firenze una registrazione con l’apporto di CRISTIANO SANTINI (“Disciplinatha”). Da citare anche fortunate esibizioni genovesi al “FITZCARRALDO”, al C.S.O.A. “INMENSA” per la L.I.L.A., al PALASPORT nell’ambito della mostra delle sculture di BEVERLY PEPPER, al “CENCIO’S” (Prato), al “Bologna-ART” (Bo), a Milano (“Festa dalla Musica”) ed a Modena nell’ambito della rassegna estiva “Cortili”.
Nel 1999/2000 il gruppo si è dedicato al progetto “Canto di spine” (poesie trasposte in canzoni), con registrazioni del cd omonimo avvenute a Modena (con sessioni supplementari a Milano e Genova) tra nov. & feb.
Nel Maggio ’99 il gruppo (rinunciando ad esibirsi a Milano alla selezione per “Destinazione Neapolis”) ha suonato per la prima volta all’estero, ad Ebensee (Austria), sottocampo del lager di Mauthausen; il 5 Giugno si è esibito, accompagnato dall’attore teatrale Alessandro Quasimodo (figlio del poeta), nella 2° ed. del “BRESCIAMUSICART”, rassegna di contaminazione tra le arti ideata da O.Pedrini dei Timoria, che ha ospitato tra gli altri F.Battiato & M. Sgalambro, La Crus, Area, ecc. Il 21/06/1999, nell’ambito della “Festa della Musica” all’Expò di Genova, nel tributo che la città ha dedicato a F. De Andrè, il gruppo si è esibito proponendo “Amico fragile” con alla batteria un ospite d’eccezione: FRANZ DI CIOCCIO (P.F.M.). Il 06/07/99, scelti dal “Firenze Fringe”, nuovo concerto all’estero, a Friburgo (Germania) nell’ambito dello “Zelt Musik Festival”, con un notevole successo e la proposta di un tour tedesco da parte degli organizzatori. Il 02/09/99 performance a ROMA alla Terrazza del Pincio nell’ambito dello show presentato da Gianni Ippoliti & Licia Colo’ (con Yo Yo Mundi, D. Groff, ecc.), legato alla Marcia Internazionale per i diritti degli animali. Il 2000 è iniziato con una riuscita performance (insieme alla poetessa Rosita Copioli ed allo scrittore Raffaele Crovi), al Teatro Comunale di Cesenatico FO, nell’ambito della rassegna “Poeti e musica”. Particolarmente significative le performance nell’ex Campo di Concentramento di Fossoli di Carpi -MO (25 APRILE 2000), insieme ai Modena City Ramblers, al Parco Novi Sad (MO), con i Timoria (15/04/00) ed in diverse scuole genovesi.
A fine 2000 il gruppo cambia pelle e ben due componenti, per ripresentarsi in una veste arricchita e finalmente completa… Altera aderirà al GENOA SOCIAL FORUM, inaugurando di fatto i concerti genovesi anti g8 il giorno 8/7/01 al Parco dell’Acquasola. Il gruppo avrebbe dovuto partecipare al corteo internazionale del 21/7, suonando (su un camion dotato di un gruppo elettrogeno), improvvisando su testi e scritti forniti dai partecipanti alla manifestazione.

drive index | musica | archivio speciali
© Copyright 2004 Stefano Marzorati
scrivete a drive