Musica/archivio speciali: Il canto di spine degli ALTERA

ALTERA: Poesia elettrica, melodia e dissonanza, rabbia ed intimismo, energia e dolcezza, grandi immagini, quadri e testi proiettati alle spalle, luci al neon e strombo accecanti, il cantante con un libro in mano sul palco. Riferimenti musicali: nessuno…

LINE-UP:

Davide Giancotti (chitarre); Stefano Bruzzone (canto); Guido Zanone (basso); Santo Florelli (batteria); Riccardo "Doc" Fioretti (chitarre addizionali)

Approfondimenti

Leggi i testi delle poesie messe in musica dagli Altera >>

Leggi una scheda del gruppo >>

discografia e videografia del gruppo >>

scrivi agli Altera

visita il sito ufficiale del gruppo (in allestimento)

correnti.org: un sito dedicato alla poesia

il sito di Emergency

 
voi siete qui: drive index | musica | archivio speciali | Il canto di spine degli Altera

UN "CANTO DI SPINE" PER GLI ALTERA...

Canto di spine - Versi italiani del ‘900 in forma canzone costituisce di fatto la prima antologia “sonora” sulla poesia italiana del ‘900. E' uno strumento nuovo che può fornire un importante contributo per avvicinare le persone (ed i giovani e gli studenti in particolare), alla poesia ed alla letteratura italiana. Il CD, realizzato in parziale collaborazione con le Consulte provinciali degli studenti e con la partecipazione attiva di ben diciotto studenti di Modena (che hanno suonato e cantato con il gruppo), traspone in forma canzone poesie di autori quali Montale, Ungaretti, Quasimodo, Pasolini, Pavese, ecc. (con l’inserimento “provocatorio” di Fabrizio De Andrè e dei versi di Elisa Brauns, ex paziente di un ospedale psichiatrico). Il disegnatore milanese Maurizio Rosenzweig ha interpretato con efficaci ritratti i volti dei poeti (tranne quello di De Andrè, a cura del genovese Alessio Baroni). I proventi saranno devoluti per scopi solidali ad EMERGENCY, in accordo con la ASSOCIAZIONE VITTIME DEL SALVEMINI 6 DICEMBRE 1990 di Casalecchio di Reno BO. I fatti del Salvemini (un caccia militare in avaria precipitò sull’istituto Tecnico Salvemini, causando la morte di dodici studenti e il ferimento di ottanta persone, con un prosieguo giudiziario della vicenda che rappresenta una delle pagine più buie della recente storia italiana), hanno tra l'altro un forte peso nel lavoro: una traccia del cd è costituita da uno stralcio della lettera letta da una studentessa ai funerali delle vittime, l'Associazione ha concesso il suo Patrocinio, e gli Altera hanno inserito un loro commento sui fatti in questione e una foto; l'opera è espressamente dedicata alle vittime di quella strage.

Hanno partecipato in qualità di ospiti i tre autori "viventi" coinvolti nel cd: Raffaele Crovi, Mario Luzi, Alda Merini; l'attore teatrale Alessandro Quasimodo (figlio del poeta siciliano) e i musicisti: Manuel Agnelli (Afterhours), Roberto ”Freak” Antoni (Skiantos), Daniele "Barny" Bagni (ex Litfiba, SuperCombo di P. Pelù), Emidio "Mimì" Clementi (Massimo Volume), Gigi Cavalli Cocchi (CSI), Franz Di Cioccio (PFM), Enrico Ghedi (Timoria), Francesco Moneti (Modena City Ramblers), Orazio Nardulli (Xilema), Omar Pedrini (Timoria), Steve Piccolo (Lounge Lizards), Claudio Pozzani, Paolo Fresu, Cristiano Santini (Disciplinatha). TUTTI HANNO PARTECIPATO IN VIA AMICHEVOLE.

Il cd ha ottenuto l'assenso della Conferenza Nazionale dei Presidenti delle Consulte Studentesche Italiane ed il Patrocinio dell’ Associazione Vittime del Salvemini 06/12/90 (Casalecchio di Reno - BO), oltre a quelli dell’Associazione Fondo Pier Paolo Pasolini (RM), Centro Culturale Primo Levi (GE), Centro Internazionale Eugenio Montale (RM), CEPAM - CEntro PAvesiano Museo casa natale - (Santo Stefano Belbo - CN), Casa di poesia (GE), Fondazione Fabrizio De Andrè (GE), Fondazione Fossoli & Museo Monumento al Deportato (Carpi -MO), GAI - Circuito Giovani Artisti italiani (TO), Provincia di Bologna.
Con l'alto patrocinio di "SMEMORANDA".

Venerdì 12 ottobre il cd, prodotto da Franz Di Cioccio (batterista della PFM Premiata Forneria Marconi), sarà pubblicato e distribuito in tutta Italia dall’etichetta discografica Fermenti vivi / S4 (“Sony 4” – nda).
Nello stesso periodo uscirà anche il videoclip del brano ricavato da Sera di Pasqua di E. Montale, ambientato in parte nella chiesetta di campagna (Copiano PV), dove Pasolini girò il suo "Teorema" con S. Mangano ed in parte in interni a Milano.
In copertina ci sarà la più famosa poetessa italiana vivente: la settantenne Alda Merini (foto in B/N di Giuliano Grittini, esposta anche alla Biennale di Venezia)... seminuda...! Un’immagine bellissima e provocatoria, che rappresenta al meglio la poesia, il lavoro... e l' idea di andare contro le ragazzone giovani e formose che si vedono di solito nelle copertine... La bellezza… non ha età.

drive magazine desidera ringraziare Stefano Bruzzone per la preziosa collaborazione

drive index | musica | archivio speciali
© Copyright 1999-2004 Stefano Marzorati
scrivete a drive