+ introduzione
   + la bellezza del diavolo
   + teenage death songs

   + articoli
   + discografie
   + bibliografie
   +
links




   + intervista a Blaine Cook
   + un'altra intervista a Blaine Cook

     

   +
Century Media Records 




 
voi siete qui: drive index > R&H encyclopedia > indice delle schede > A > Accused
A

ACCUSED
Blaine Cook, Tom Nyemeier e Dana Collins sono stati tra i grandi alfieri dello splattercore più genuino. Con Martha Splatterhead's Maddest Stories Ever Told (1989) hanno creato un repertorio di composizioni devastanti: la cannibalica Starved to Death (Eatin' Yer Buddies), la sinistra The Bag Lady Song, la cadaverica Psychomania (She's Dead), la macabra Scared of the Dark e You Only Die Once, con un testo durissimo che ha per argomento il suicidio. Come in seguito faranno altri gruppi dello stesso filone, gli Accused citano per primi, nelle note di copertina del disco, nomi come la rivista Fangoria, i registi cult Herschell Gordon Lewis, Sam Raimi, Ed Wood jr., Russ Meyer e Ted V. Mikels. Tutti personaggi, questi, che rientrano a buon diritto nella mappa delle coordinate culturali del gruppo, insieme a una sviscerata passione per il fumetto underground, soprattutto quello splatter. More Fun Than an Open Casket Funeral ("più divertimento che con un funerale a bara aperta") contiene il brano-manifesto dell'estetica del gruppo, ovvero Splatter Rock insieme a una cover della celebre Halo of Flies del maestro Alice Cooper, ad altri classici sanguinolenti del calibro di Devil Woman, Bethany Home, Lifeless Zone, e all'umorismo all'acido solforico di I'll be Glad When You're Dead (sarò felice quando sarai morto). Splatter Rock (1992) ce li restituisce in gran forma dopo un periodo di silenzio. Il repertorio segue sempre gli stessi intenti e gli stessi temi: Green Eyed Lady, Two Hours Till Sunrise, Living, Dying, Living/In a Zombie World. Qua e là tra i solchi appaiono piccoli intermezzi squisitamente macabri, tratti da film dell'orrore. In uno di questi frammenti un ispettore di polizia chiede al coroner una diagnosi su un cadavere e il medico risponde con tono professionale "Lacerazione della giugulare e dissanguamento". Passa qualche secondo e poi la band attacca a velocità supersonica la minacciosa She's Back. Le copertine degli album del gruppo sono naturalmente sempre in linea con i contenuti, recuperando la grezza ed efficacissima violenza grafica di certi comics underground.

Discografia:
The Return of Martha Splatterhead (Combat Core), 1986 ristampato nel 1989; More Fun Than an Open Casket Funeral (MFN), 1988; Martha Splatterhead's Maddest Stories Ever Told (We Bite), 1989; Straight Razor (Nastymix) 1990, ep; Grinning Like an Undertaker (Nastymix), 1991, ep; Splatter Rock (Nastymix), 1992

ACCUSER
Gruppo tedesco in stile Metallica, con testi polemici e impegnati. La copertina di Repent mostra l'immagine di un uomo che porta una croce sulle spalle, preludio a un concept album dove si mescolano elementi di ispirazione fantascientifica, momenti di denuncia sociale e attacchi espliciti alla religione organizzata. Brani come Rotting from Within, Get Saved, Sacrifice Machine, The Living Dead, The Drones e Nosferatu mischiano suggestioni sperimentali allo stile tipico dell'ultimo thrash metal. Il gruppo sembra dunque seguire gli esempi di altre formazioni come i Terrorizer o i Nausea, ma in modo forse meno convincente e originale.

Discografia:
The Conviction (Atom H), 1987; Experimental Errors (Atom H), 1988, mini lp; Who Dominates Who (Atom H), 1989; Repent (Metal Machine), 1992

pagina successiva
> A > AC/DC - precedente > A > Abattoir

The Rock and Horror Encyclopedia © Stefano Marzorati 1999/2010 - webmasters: stefano marzorati e grazia paternuosto | drive © stefano marzorati 1999-2010 | a true romance production